skin-algida-verde
l'ultima parola spetterà a papa francesco

Chiusa l’indagine su Medjugorje
Attesa per la decisione del Vaticano

di . Categoria: Cronaca

medjugorie

Sembra giunta l’ora della verità su Medjugorje, o almeno il momento di un pronunciamento ufficiale del Vaticano sulle apparizioni che da più di trent’anni avvengono nel piccolo villaggio bosniaco.

I risultati del lavoro della commissione internazionale su Medjugorje, presieduta dal cardinale Camillo Ruini, sono stati consegnati a mano dal porporato italiano a Papa Francesco. Un lavoro, quello della commissione, iniziato nel 2010 e che ha coinvolto 13 membri permanenti, tra alti prelati ed esperti, più una serie di collaboratori, tra religiosi e laici.

Gli interrogatori dei sei veggenti e di tanti altri testimoni, i racconti delle persone coinvolte, le perizie, le riflessione teologiche sui messaggi e tanto altro materiale raccolto in un’articolata relazione finale, verrà dunque messo a disposizione dell’ex Sant’Uffizio. Alla plenaria della Congregazione per la dottrina della fede toccherà esaminare e discutere le conclusioni della commissione in una riunione nei prossimi mesi. Poi la decisione finale verrà sottoposta a Papa Francesco che avrà il compito di dire l’ultima parola.

Il mondo che ruota attorno a Medjugorie è in fibrillazione per l’arrivo di questa decisione: un’approvazione o meno da parte del Vaticano segnerebbe inevitabilmente, in positivo o in negativo, la sorte del “fenomeno Medjugorie”.

Non sarà una decisione facile per il Papa, considerato soprattutto che in questi anni – intorno alle presunte apparizioni mariane e ai sei veggenti – si è sviluppato uno straordinario interesse del mondo cattolico: pellegrinaggi da tutto il mondo, conversioni, diffusione dei messaggi in molte parrocchie e la vicinanza di numerose celebrità senza escludere preti e vescovi.

Tra i vaticanisti più esperti nessuno si azzarda a fare previsioni, tutti comprendono la difficoltà di scegliere in un contesto che vanta migliaia di seguaci ma anche accaniti detrattori.

Bergoglio però potrebbe orientarsi per  la ricerca di una soluzione di compromesso che salvaguardi l’ortodossia della dottrina e la bontà di alcuni frutti spirituali, e metta all’angolo ogni sensazionalismo e miracolismo, considerando soprattutto il fatto che le apparizioni non sono ancora concluse

.Leggi anche:

2 Commenti a “Chiusa l’indagine su Medjugorje | Attesa per la decisione del Vaticano”

  • Sono un teologo e professore.Vorrei ricordare ai detrattori delle apparizioni di Medjugorje che se è vero che non c’è l’obbligo di credere alle rivelazioni private non esiste però l’obbligo di disprezzarle o diminuirle ma come dice S.Paolo <>.
    Pace e bene
    Lorenzo Savioli

  • Sono un teologo e professore.Vorrei ricordare ai detrattori delle apparizioni di Medjugorje che se è vero che non c’è l’obbligo di credere alle rivelazioni private non esiste però l’obbligo di disprezzarle o diminuirle ma come dice S.Paolo .
    Pace e bene
    Lorenzo Savioli

LASCIA IL TUO COMMENTO

tour
cucina
salute
animali
musica
libri

NEWS IN BREVE

Palermo, falso allarme bomba al Tribunale

tribunale palermo, allarme bomba

Dopo le verifiche di rito è cessato l’allarme bomba al Palazzo di Giustizia di Palermo dove gli artificieri dei carabinieri non hanno rinvenuto alcun ordigno. In Tribunale l’attività non è mai stata fermata

... Leggi tutto

Tutte le news
FASTWEB sigla un accordo con Google e adotta le Google Apps for Business dedicate alle piccole e medie imprese

FASTWEB annuncia un accordo con Google per offrire alle piccole e medie imprese la suite di soluzioni a valore aggiunto Google Apps for Business.

Continua a leggere

Parte il progetto “Sportello turismo” promosso da Unioncamere Sicilia

Entra nel vivo il progetto “Sportello turismo” promosso da Unioncamere Sicilia al fine di potenziare i servizi offerti dalle Camere di commercio.

Continua a leggere