Edigma - Web agency Palermo
Edigma - Web agency Palermo

paura del virus

Psicosi meningite, centri di vaccinazione in tilt
Scorte finite, gli esperti: “Allarme ingiustificato”

di . Categoria: Cronaca, Salute

meningite psicosi

Le ultime notizie relative a casi di meningite in tutta Italia hanno creato una vera psicosi. I vari centri di vaccinazione sono in tilt con lunghe code di persone che si mettono in fila all’alba per tentare di vaccinarsi. Alcuni centri danno la precedenza ai bambini nati prima del 2012 non ancora vaccinati e ai più piccoli non ancora immunizzati, in altri le scorte di vaccino finiscono temporaneamente.

Il ministero della Salute invita alla calma ed assicura che non esiste alcun pericolo di epidemia. Va bene vaccinarsi ma non essendoci una vera emergenza si può anche temporeggiare. A rassicurare i cittadini interviene il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi.

Il ministero ha anche reso nate le cifre del 2016, anno in cui sono stati segnalati 178 casi di meningite da meningococco. E i numeri sono nella norma; i casi risultano in lieve aumento rispetto al triennio 2012-14, ma in diminuzione rispetto al 2015. Il numero totale dei casi di meningite, dovuti, quindi, anche agli altri germi indicati, è passato da 1.479 nel 2014, a 1.815 nel 2015 e a 1.376 nel 2016.

In merito alla meningite letale, è stata riscontrata soltanto nel 10 per cento dei casi dovuti a pneumococco (98 deceduti su 940 pazienti nel 2016) e nel 12 per i casi da meningococco (21 su 178 pazienti); cifra che aumenta al 23 nel caso in cui il ceppo di meningococco sia il C (13 su 51 pazienti).

Riguardo al meningococco di tipo C, il più letale, il ministero della Salute fa sapere che sono morte 36 persone negli ultimi quattro anni, in una popolazione di quasi 65 milioni di persone. Considerando tutti i ceppi di meningococco che danno la meningite, non si supera il 10 per cento della letalità nella media.

 

5 gennaio 2017

LASCIA IL TUO COMMENTO









LE ULTIME NOTIZIE

Tutte le news