Edigma - Web agency Palermo
Edigma - Web agency Palermo

ferrara

Coniugi uccisi: figlio 16enne e amico confessano
Contrasti per la scuola, mille euro al complice

di . Categoria: Cronaca, Emilia Romagna

coppa uccisa Ferrara, ferrara, movente omicidio ferrara, Nunzia Di Gianni, omicidio Ferrara, problemi scuola figlio ferrara, Salvatore Vincelli

Svolta immediata nelle indagini sul duplice omicidio di Pontelangorino, nel Ferrarese. Il figlio sedicenne e un suo amico sono stati fermati per l’omicidio del padre e della madre, Salvatore Vincelli, 59 anni, e Nunzia Di Gianni, 45 anni.

Il movente non sarebbe economico, ma dettato dai forti contrasti tra il minorenne e i genitori, legati, pare agli insuccessi scolastici. Proprio per questo sembra che il figlio avesse progettato l’omicidio da qualche tempo.

Il 16enne avrebbe assoldato l’amico promettendogli mille euro, 80 dei quali già corrisposti. A uccidere materialmente è stato l’amico: tra la mezzanotte e le sei di martedì è entrato nella camera da letto passando da una porta finestra, lasciata aperta dal figlio, e con l’ascia ha colpito alla testa prima il padre e poi la madre. Poi ha chiamato il 16enne perché lo aiutasse a spostare i corpi.

Il provvedimento è scattato dopo gli interrogatori dei carabinieri durati tutta la notte al termine dei quali il figlio ha confessato alla presenza del pm Tittaferrante della procura di Ferrara e la collega Marzocchi della procura minorile.

Il ragazzo ha fatto trovare l’arma delitto, un’ascia. Nel corso del lungo interrogatorio erano emerse contraddizioni e incongruenze tra i racconti dei due giovani e così erano scattati i due fermi. L’amico, che compirà 18 anni a novembre, aveva dormito con il figlio dell’amico la notte precedente.

Sempre in seguito alle confessioni del 16enne sono stati ritrovati i vestiti sporchi di sangue dei due adolescenti in un corso d’acqua a Caprile, frazione adiacente a Pontelangorino.

11 gennaio 2017

LASCIA IL TUO COMMENTO









LE ULTIME NOTIZIE

Tutte le news