Edigma - Web agency Palermo
Edigma - Web agency Palermo

francia

EMMANUEL MACRON NUOVO PRESIDENTE
Le Pen sconfitta al ballottaggio di 30 punti
“Tutti uniti per affrontare le nuove sfide”

di . Categoria: Esteri, Politica

amministrative francia, elezioni, elezioni francia, elezioni Macron, Francia, macron vince elezioni amministrative, risultati elezioni francia

Emmanuel Macron è il nuovo presidente della Francia, succede a Hollande. A 39 anni sarà il più giovane presidente della quinta Repubblica francese. Lo spoglio delle schede reali ha confermato gli exit pool: Macron al 66.06%, Le Pen al 33,94% – non lasciano spazio a dubbi: tra i due “finalisti” ci sono circa 3o punti percentuali di distacco. E difatti Marine Le Pen non ha aspettato nemmeno un minuto di più per telefonare al vincitore, fargli i complimenti e uscire a testa alta – non proprio sconfitta – da questa elezione.

Con Macron, che parla di apertura di una nuova pagina di speranza e fiducia ritrovati, esulta quasi tutta l’Europa. I tweet di soddisfazione sono arrivati subito: dal presidente della Commissione Europe Junker al presidente dell’EuroParlamento Tajani, dalla cancelliera tedesca Angela Merkel al presidente del Consiglio italiano Gentiloni, tutti si sono affrettati a esprimere le proprie soddisfazioni per il risultato elettorale che alla fine è stato più ampio delle previsioni della vigilia. E già davanti al Louvre è cominciata la festa dei sostenitori di Macron: il nuovo presidente si è palesato intorno alle 21.00. “La mia determinazione – ha detto – sarà unire tutti gli uomini e tutte le donne per affrontare la sfide che ci aspettano e contro le divisioni. Difenderò l’Europa, la comunanza di destini che si sono dati i nostri popoli”.

L’elezione di Macron è una prova di fiducia nel futuro dell’Europa“, scrive Sergio Mattarella in un messaggio inviato a Emmanuel Macron appena eletto presidente della Repubblica francese. “In occasione della sua elezione alla presidenza della Repubblica francese – scrive il Capo dello Stato – desidero porgerle, a nome dell’Italia e mio personale, le più vive congratulazioni per la vittoria elettorale e i migliori auguri di pieno successo nello svolgimento del suo alto mandato”.

Per Mattarella l’elezione di Macron “costituisce una prova di fiducia nel futuro e un segnale di adesione all’ideale dell’integrazione continentale. Un segnale particolarmente importante perché giunge a poche settimane dal vertice dei Capi di Stato e di governo che a Roma hanno celebrato il 60esimo anniversario dei Trattati istitutivi dell’Unione europea”.

“Francia e Italia – prosegue il presidente della Repubblica – sono adesso chiamate a fornire un contributo deciso, concreto e lungimirante all’essenziale processo di rilancio della nostra comune casa europea. È responsabilità dei nostri Paesi, membri fondatori dell’Ue, fornire nuove energie e nuovi impulsi che permettano di realizzare il sogno dei padri fondatori, rispondendo alle esigenze dei nostri cittadini e affermando nel mondo la voce dell’Europa unita”.

“Solo nel solco di questa tradizione, che comprende anche la comune appartenenza all’Alleanza atlantica, potremo superare le sfide sempre più complesse poste alle nostre società”. Per Mattarella “i nostri Paesi sono accomunati da legami storici, culturali, umani, politici ed economici unici in Europa per intensità e dinamismo. Sono certo che nel corso del suo mandato troveremo molteplici opportunità per valorizzare tali antichi vincoli, fondamento insostituibile dei rapporti bilaterali e sicura fonte di ispirazione per un loro ulteriore rafforzamento”.

In attesa del vertice G7, “e con l’auspicio di accoglierla quanto prima in visita a Roma, colgo l’occasione per rinnovarle a nome dell’Italia e mio personale, le più sincere felicitazioni e sentiti auguri di benessere per la sua persona e l’amico popolo francese”-

Da oggi si aprono ufficialmente i nuovi scenari politici ma già è polemica per la bassa affluenza alle urne che ha visto più del 25% di astensionismo, in netto rialzo rispetto a cinque anni fa. 

CHI E’ EMMANUEL MACRON

 

 

IL BALLOTTAGGIO

—-

Si sono chiuse in Francia le urne per il ballottaggio delle elezioni presidenziali. Le operazioni di spoglio iniziano dopo la chiusura di tutti i seggi del Paese e basterà qualche ora per conoscere il nome del nuovo inquilino dell’Eliseo: se sarà Emmanuel Macron o Marine Le Pen.

Così come previsto alla vigilia, l’affluenza si è attestata al di sotto del primo turno. Alle 17 l’affluenza è stata del 65,3%, -5% rispetto a 15 giorni fa (69,4%) e alla prima rilevazione di mezzogiorno, invece, alle urne si era recato il 28,23% contro il 28,54%. Rispetto al 2012, quando a votare a mezzogiorno per il ballottaggio era stato il 30,66% degli aventi diritto, si delinea un calo di circa due punti percentuali.

La radio-tv pubblica francofona belga Rtbf rivede al rialzo il vantaggio di Emmanuel Macron su Marine Le Pen: secondo “4 istituti”, riferisce su twitter e sul suo sito web, il candidato centrista sarebbe tra il 62 e il 67% dei voti.

7 maggio 2017

LASCIA IL TUO COMMENTO









LE ULTIME NOTIZIE

Tutte le news