Edigma - Web agency Palermo
Edigma - Web agency Palermo

L'incontro

Roma, Papa Francesco in visita al Quirinale
“Italia trasforma le sfide in nuove opportunità”

di . Categoria: Città del Vaticano, Politica

Papa Francesco, Papa francesco Mattarella, incontro Quirinale Papa Mattarella, Papa visita Mattarella Quirinale, visita Quirinale Papa francesco, parole Papa Francesco

Papa Francesco ha fatto visita al Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, al Quirinale: un incontro cordiale (a cui hanno partecipato centinaia di bambini provenienti dalle zone terremotate) che ricambia quello fatto nel 2015 dal Capo dello Stato, a pochi giorni dalla propria elezione.

Un incontro in cui Mattarella e il Santo Padre si sono scambiati, in segno di dono, un’icona raffigurante gli apostoli Pietro e Paolo e un fermaglio di piviale in argento e hanno voluto nei propri discorsi ricordare le sfide dell’Italia e dei fedeli cristiani, dall’accoglienza dei migranti al terrorismo, passando per l’esigenza di un lavoro stabile ed un maggiore sostegno alle famiglie.

Papa Francesco dal canto suo ringrazia per l’accoglienza e ricorda: “L’Italia e l’Europa sono chiamate a confrontarsi con problemi e rischi di varia natura, quali il terrorismo internazionale; il fenomeno migratorio, accresciuto dalle guerre e dai gravi e persistenti squilibri sociali ed economici; e la difficoltà delle giovani generazioni di accedere a un lavoro stabile e dignitoso, che impedisce la progettualità delle famiglie e la nascita di nuovi figli.

“Ma l’Italia – aggiunge Papa Francesco – facendo appello alle proprie abbondanti risorse spirituali, nel momento delle difficoltà sa mostrare il suo lato migliore e si adopera nel trasformare le sfide in nuove opportunità e occasioni di crescita”. E ai bambini delle zone terremotate dice: “Ci sono tante difficoltà e cadute e voi avete sofferto, ma come cantano gli alpini, il successo non sta nel non cadere, ma nel non rimanere caduto”.

Mattarella, ricordando i passaggi del Concordato che lega Italia e Vaticano, afferma: “Sappiamo di poter trovare nella Chiesa un valido e utile sostegno nella consapevolezza che la reciproca autonomia non fa venire meno, ma esalta, la comune responsabilità per l’essere umano concreto e per le esigenze spirituali e materiali della comunità. Elevata è la responsabilità che incombe su chi esercita pubblici poteri e profondo è l’impegno di chi deve assicurare dignità giorno dopo giorno e i valori fondanti della civile convivenza, basata sulla garanzia di un lavoro”.

 

10 giugno 2017

LASCIA IL TUO COMMENTO









LE ULTIME NOTIZIE

Tutte le news