Edigma - Web agency Palermo
Edigma - Web agency Palermo

Immigrazione

USA, il piano “Dreamers” viene abrogato
Trump: “Siamo paese di opportunità e di leggi”

di . Categoria: Esteri

Su delega della Procura Distrettuale di Catania, la Polizia di Stato ha in corso di esecuzione un’ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di n.7 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa in danno di compagnie assicuratrici e corruzione in atti giudiziari. Le indagini condotte dalla Squadra Mobile di Catania, che hanno preso le mosse da alcune aggressioni ai sanitari in servizio presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Vittorio Emanuele, hanno permesso di disvelare l’esistenza di un’associazione per delinquere dedita alla consumazione di una serie indeterminata di truffe ai danni di molteplici società assicurative sotto forma di denuncia di falsi sinistri stradali e precostituzione dei relativi elementi di prova, nonché di più reati contro l’Amministrazione della Giustizia - nella specie false testimonianze - finalizzati a realizzare i profitti conseguenti alle simulate denunce di incidenti stradali. I particolari dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà presso gli uffici della Procura della Repubblica di Catania siti in viale XX Settembre alle ore 10.30.

Jeff Sessions, ministro della Giutsizia e Procuratore Generale degli Stati Uniti, ha annunciato l’abrogazione del programma di amnistia per i c.d. “Dreamers”.

Il DACA (che viene considerato incostituzionale dall’attuale amministrazione) era stato approvato dall’amministrazione Obama nel 2012 e garantiva ad oltre 800 mila persone la protezione dai decreti di espulsione qualora il loro ingresso clandestino negli USA fosse avvenuto da bambini, insieme ai genitori.

Sessions difende così tale decisione: “Non vuol dire che sono cattive persone o che la nazione non li rispetta o li sminuisce in alcun modo; stiamo solo applicando le nostre leggi nella maniera corretta, così come approvate dal Congresso”.

Trump potrà abrogare l’atto con un proprio decreto, ma entro 6 mesi il Congresso sarà chiamato a legiferare in materia: “Non sono favorevole a punire bambini, la maggior parte dei quali adesso sono adulti, per le azioni dei loro genitori. Ma dobbiamo anche riconoscere che siamo un Paese di opportunità perché siamo un Paese di leggi”, ha affermato.

Critiche alla decisione di abrogare il piano “Dreamers” arrivano però anche dallo stesso partito repubblicano, nello specifico dal senatore John McCain, definendolo un approccio sbagliato al tema dell’immigrazione: “É necessario che entrambe le parti politiche si uniscano per riformare il sistema e garantire la sicurezza delle frontiere”.

Durissima la critica anche dello stesso Barack Obama: “Oggi un’ombra è calata ancora una volta su alcuni dei nostri migliori e più brillanti giovani. Prendere di mira questi ragazzi è sbagliato, perché essi non hanno fatto niente di male. Inoltre è autolesionistico e crudele”.

5 settembre 2017

LASCIA IL TUO COMMENTO









LE ULTIME NOTIZIE

Tutte le news