Edigma - Web agency Palermo
Edigma - Web agency Palermo

Finale in programma domenica

US Open, Nadal batte Del Potro e torna in finale. Domenica sfiderà Anderson

di . Categoria: Altri Sport, Sport

Nadal, Rafael Nadal

A distanza di quattro anni dall’ultima volta, Rafa Nadal torna in finale allo US Open. Il maiorchino, nella semifinale con Juan Martin del Potro, si è preso la rivincita per la sconfitta del 2009, superando in quattro set il gigante di Tandil. Domenica sera – ore 22 italiane – il suo avversario sarà il sudafricano Kevin Anderson, che ha avuto la meglio su Carreño Busta e si è conquistato la prima finale slam in carriera.

L’argentino era partito forte, sfoderando un rovescio molto incoraggiante rispetto a quello timido degli ultimi tempi, e si era portato avanti 6-4, approfittando della prima opportunità di break. Nadal, però, è rientrato in campo con un atteggiamento ben più battagliero e infila nove giochi consecutivi, che gli valgono il secondo parziale e l’immediato break all’inizio del terzo set. L

a chiave per far girare il match, oltre alla diminuzione della velocità della prima di servizio di Delpo, è stata la diversa tattica proposta dallo spagnolo, che ha iniziato a muovere l’avversario da un angolo all’altro, utilizzando il servizio in kick e il dritto inside-out. Anche nella quarta partita, Del Potro non è riuscito a far male al numero 1 del ranking ATP, e il break concesso nel terzo game ha di fatto posto la parola fine al match, chiuso da Nadal col punteggio di 4-6 6-0 6-3 6-2.

Nell’altra semifinale, la meno nobile, Kevin Anderson ha rispettato il pronostico, piegando in quattro set la resistenza di Pablo Carreño Busta, che fino a stanotte non aveva perso neanche un parziale in questo US Open. Il sudafricano, dopo un avvio di partita complicato, è riuscito rapidamente a prendere le misure all’avversario, certamente meno competitivo sul cemento. Incontro non certo spettacolare, in una metà di tabellone che ha visto cadere una dopo l’altra le principali teste di serie, ma che consegna all’atto conclusivo del torneo un contendente credibile.

Il rendimento al servizio di Anderson e la sua ottima condizione fisica, a dispetto dell’età che avanza, fanno di lui un outsider che non partirà sconfitto in finale, pur partendo chiaramente sfavorito rispetto a Nadal. I quattro precedenti tra i due, infatti, parlano chiaro: il sudafricano è riuscito a portare a casa un solo set, negli ottavi di Parigi-Bercy 2015.

9 settembre 2017

LASCIA IL TUO COMMENTO









LE ULTIME NOTIZIE

Tutte le news