Edigma - Web agency Palermo
Edigma - Web agency Palermo

palermo

Mafia, arrestato un amministratore giudiziario
In manette anche Ferdico, il ‘re’ dei detersivi

di . Categoria: Cronaca, Sicilia

giuseppe ferdico, assolto ferdico, ferdico detersivi, assolto imprenditore detersivi, ferdico detersivi palermo, assolto ferdico, assolto ferdico detersivi, mafia assolto ferdico detersivi

I militari della Guardia di finanza del Nucleo di Polizia Tributaria di Palermo hanno arrestato 5 persone, ritenute responsabili di intestazione fittizia di beni, favoreggiamento personale e reale ed estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Tra gli arrestati ci sono il commercialista Luigi Miserendino, l’amministratore giudiziario che era stato nominato dal tribunale per gestire il centro commerciale confiscato alla mafia, e Giuseppe Ferdico, il “re” dei detersivi a Palermoaccusato di favoreggiamento.

L’amministratore giudiziario è accusato di favoreggiamento e si trova ai domiciliari.

Ferdico, secondo l’accusa, continuava a gestire la sua azienda, nonostante fosse stata confiscata. Il reato è quello di intestazione fittizia di beni.

I militari della guardia di finanza hanno arrestato anche altre 3 persone, Francesco Montes, Pietro Felice e Antonino Scrima, ritenute responsabili, a vario titolo, di intestazione fittizia di beni, favoreggiamento personale e reale ed estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Giuseppe Ferdico, tre anni fa, era stato processato e assolto per concorso in associazione mafiosa e riciclaggio. L’assoluzione, però, non gli aveva evitato le misure di prevenzione. Oltre alla confisca del patrimonio, il tribunale gli ha infatti imposto la misura personale della sorveglianza speciale. Mentre la confisca era stata chiesta e ottenuta dalla dda di Palermo.

I beni del valore stimato in oltre 450 milioni di euro, che erano stati sequestrati nel 2012, consistono in sette società e relativi complessi aziendali, operanti nel settore della grande distribuzione di detersivi, prodotti per la casa ed alimentari, ubicate in Palermo e Carini, due terreni a Cardillo, 13 appartamenti a Carini e Palermo, un fabbricato in corso di costruzione a Carini e diverse disponibilità finanziarie.

Al momento della confisca passarono allo Stato anche una dozzina di supermarket in città e provincia, poi il grande centro commerciale di Carini.

 

3 ottobre 2017

LASCIA IL TUO COMMENTO









LE ULTIME NOTIZIE

Tutte le news