manifesti-orlando

PALERMO, 30 GENNAIO 2013 – Orlando fuori dai gangheri. E si auto-multa, ordinando l’immediata rimozione dei manifesti elettorali abusivi (nella foto Facebook di Filippo Bellanca) che pubblicizzano la manifestazione di domani con il leader di Rivoluzione civile, Antonio Ingroia.

“I responsabili saranno puniti”, dice il sindaco infuriato, certo che Ingroia, sempre molto attento alle leggi, comprese quelle del web e del copyright, apprezzerà più il suo zelo che quello degli attacchini. 

Il sindaco, questa mattina, avrebbe appreso che nel corso della notte sarebbero stati affissi fuori dagli spazi autorizzati dei manifesti inerenti una manifestazione elettorale a cui lui stesso parteciperà sabato prossimo.

“Sono dispiaciuto e irritato per l’accaduto – ha affermato il Sindaco Orlando – perché tutti sanno bene che proprio la lotta alle affissioni abusive è stato uno di quelli cui ho prestato sempre la massima attenzione, dando personalmente disposizioni molto chiare, quando sono stato candidato, affinché il rispetto della legge e del decoro urbano fosse massimo. Durante la mia campagna elettorale, mentre la città era invasa di manifesti in ogni dove, non uno solo dei miei è stato affisso fuori dagli spazi predisposti dalla Commissione Elettorale. È un motivo in più per esprimere il mio rammarico per questo gravissimo incidente di cui saranno accertati e sanzionati i responsabili”.