TRIBUNALE-CALTANISSETTA

CALTANISSETTA, 31 GENNAIO 2013 – La Regione e il Comune di Palermo saranno parti civili nel processo per la strage di via D’Amelio in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta. 

Il gup di Caltanissetta ha ammesso anche la costituzione di parte civile della Presidenza del Consiglio dei ministri, dei ministeri della Giustizia e dell’Interno, del centro studi “Pio La Torre”.

 

“La costituzione di parte civile – sottolinea il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando – è uno strumento importante per
manifestare la propria vicinanza a quanti sono impegnati nella ricerca della verità ed è un modo concreto per affermare la
lontananza culturale e materiale fra la mafia in ogni sua forma e la stragrande maggioranza dei cittadini palermitani”.