Aggiornato alle: 07:18

Congresso Drs, Crocetta caccia Savona | “Non può stare qui, se ne deve andare”

di Redazione

» Politica » Congresso Drs, Crocetta caccia Savona | “Non può stare qui, se ne deve andare”

Congresso Drs, Crocetta caccia Savona | “Non può stare qui, se ne deve andare”

| sabato 19 Ottobre 2013 - 19:33
Congresso Drs, Crocetta caccia Savona | “Non può stare qui, se ne deve andare”

Rosario Crocetta ha cacciato via il deputato regionale dei Drs, Riccardo Savona, durante il suo intervento proprio al congresso dei Democratici e riformisti per la Sicilia. Il parlamentare regionale stava ascoltando l’intervento del governatore quando è stato invitato ad andarsene. “In questa sala c’è qualcuno che non ci deve stare e deve uscire immediatamente”, ha detto Crocetta. A quel punto Riccardo Savona, deputato regionale dei Drs, si è alzato e ha abbandonato il congresso mentre la gente presente in sala si è alzata applaudendo il presidente della Regione. Savona è stato intercettato dalla Dia mentre parlava al telefono di affari con Vito Nicastri, l’imprenditore considerato il “re dell’eolico” e vicino al boss latitante Matteo Messina Denaro.

Crocetta cosi ha voluto prendere le distanze dal deputato, “la lotta alla mafia e alle connivenze è alla base della mia azione di governo”, dice all’ANSA il presidente della Regione siciliana a margine dei lavori del congresso, a Campofelice di Roccella. “Savona ha capito che non c’è più trippa per gatti”, aggiunge. Ex presidente della commissione Bilancio dell’Assemblea nella precedente legislatura, Savona è tra i deputati più longevi del Parlamento siciliano, alla sua quarta legislatura. Ex Udc, è stato eletto nella lista di Grande Sud, in appoggio a Gianfranco Miccichè, sconfitto nella corsa a governatore, poi transitato nel gruppo Misto e quindi approdato nei Drs, formazione nata pochi mesi dopo l’inizio di questa legislatura. Attualmente è tesoriere del gruppo parlamentare dei Drs, partito che sostiene il governo Crocetta, il cui presidente onorario è l’ex ministro Totò Cardinale, tessera Pd, e tra i fondatori proprio del partito democratico.

“Non nascondo di essere rimasto alquanto stupito e amareggiato dalle dichiarazioni del presidente Crocetta – questo il commento di Savona -. Probabilmente lo stesso non è stato informato dai suoi consiglieri del fatto che quando ho intrattenuto rapporti con Nicastri lo stesso era considerato un rispettabile imprenditore e che mai nessuno avrebbe potuto lontanamente immaginare che fosse in contatto con organizzazioni criminali. Venutone a conoscenza ho troncato ogni contatto con lo stesso”

“La vicenda relativa all’imprenditore trapanese Vito Nicastri – ha aggiunto – risale a parecchi anni addietro, nel merito l’autorità giudiziaria ha svolto approfondite indagini e mai sono stato oggetto di processi giudiziari sul caso in questione. Lascia pensare che una notizia così datata nel tempo, di molto precedente alla mia adesione al Gruppo dei Democratici e riformisti ed alla mia recente nomina nel delicato ruolo di presidente della Commissione spending review, venga adoperata soltanto adesso per ledere la mia immagine ed il mio ruolo”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it