pompei chiusi ingressi scavi agitazione sindacale

Via Stabiana a Pompei si sgretola, ancora una volta dopo luglio: un nuovo crollo agli scavi archeologici di Pompei si è verificato a causa dal maltempo e dalle forti piogge che stanno spazzando l’Italia meridionale.

La Sovritendenza speciale dei Beni archeologici di Napoli e Pompei ha segnalato il crollo del muro di una bottega, ma anche una parte di intonaco della Casa della Fontana piccola è venuta giù.

La Sovrintendeza fa subito sapere che i lavori di ripristino partiranno a metà dicembre e inizieranno con il ripristino della parte superiore del muro della bottega.

Nei prossimi giorni da Roma verrà nominato una squadra guidata a un direttore generale che possa portare a termine il “Grande Progetto Pompei”, per realizzare i tanti interventi di messa in sicurezza, restauro e valorizzazione necessari nel sito archeologico.