Il magistrato di sorveglianza di Palermo ha parzialmente accolto il ricorso presentato dall’ex Garante dei diritti dei detenuti, Salvo Fleres, che aveva denunciato violazioni dei diritti dei carcerati nell’istituto di pena di Palermo Pagliarelli. Lo rende noto l’avvocato Vito Pirrone, presidente dell’associazione Nazionale Forense di Catania.

“L’ordinanza della magistratura – spiega – ingiunge alla Direzione della seconda casa circondariale di Palermo, al provveditorato regionale e al dipartimento per l’amministrazione Penitenziaria di adottare gli opportuni provvedimenti per rimuovere le riscontrate violazioni dei diritti dei detenuti concernenti il rispetto dello spazio vitale all’interno delle celle, il diritto ad occupare le celle con compagni non fumatori, il diritto ad adeguati periodi di tempo all’esterno delle celle, fruendo della socialità, il diritto all’uso adeguato dei bagni e docce e gli altri oggetti necessari alla cura e alla pulizia della persona”.

“Si tratta di un provvedimento – ha proseguito – che conferma l’ottimo operato dell’ex Garante a tutela dei diritti dei detenuti che, insieme al precedente ed analogo pronunciamento della magistratura di Sorveglianza di Catania fa ben sperare rispetto all’esito degli ulteriori ricorsi presentati in Sicilia”.