Solo due mesi fa l’ultima rapina subita al bar Massaro di Palermo: nella sera di domenica il sesto colpo ai danni della nota pasticceria di via Basile. In due hanno puntato la pistola contro il  cassiere e si sono fatto consegnare l’incasso.

Lo sgomento del titolare é forte: “Stamattina, poche ore dopo l’ultima di una lunga serie di  rapine suiìte nel mio bar”, dice Francesco Massaro, titolare del  bar: “alzandomi dal letto ho cercato per l’ennesima volta – e  ogni volta lo cerco con un’angoscia sempre maggiore, sempre  crescente – un buon motivo per vestirmi, uscire di casa e  affrontare la quotidiana guerra che il mio lavoro mi impone”

Il disagio del commerciante é evidente: “Ho  cercato un buon motivo che mi instilli grinta e coraggio, che mi  imponga di non gettare la spugna, un buon motivo per pagare mese  dopo mese trenta stipendi e preparare il Natale – il periodo più  importante per un’azienda come la mia – con la concentrazione  necessaria”.