convegno-agenzia-entrate-befera-saccomanni-evasione-fiscale

Il seminario di Washington del Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti vedrà la partecipazione anche del ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, del presidente di Eni, Giuseppe Recchi e del numero uno di Enel, Paolo Andrea Colombo.

L’evento partirà oggi e durerà due giorni. Il Consiglio sarà presieduto dall’amministratore delegato di Fiat e Chrysler, Sergio Marchionne, uomo dell’anno per la Camera di commercio Brasile-Usa, e dal senior advisor di Morgan Stanley, David Heleniak e ha come obiettivo il rafforzamento delle relazioni tra i due Paesi e più in generale tra le due sponde dell’oceano.

La sessione odierna sarà dedicata a “Il nuovo scenario del mondo dell’Energia”. Ne discuteranno Recchi, Colombo, Amos J. Hochstein dell’ufficio per le Risorse energetiche del Dipartimento di Stato Usa, Charles Ebinger e Fiona Hill del Brookings Institution. Seguirà poi un panel incentrato sul Medio Oriente.

Domani il seminario sarà dedicato al commercio e alle relazioni transatlantiche nonché ad un’analisi sulla situazione economica dell’Europa alla quale interverrà, tra gli altri, il presidente di Snam, Lorenzo Bini Smaghi. Le conclusioni del seminario saranno affidate a Sergio Marchionne.

Il ministro Saccomanni sarà impegnato in una missione istituzionale negli Stati Uniti fino al 4 dicembre, mentre si lavora al taglio della mini-Imu, imposta che lo stesso Saccomanni definisce indispensabile. E mentre sono attesi oggi i dati del Tesoro sul fabbisogno statale per il mese di novembre e quelli del ministero dei Trasporti sulle immatricolazioni auto, la legge di stabilità approda all’esame della Camera.