Beni riconducibili alla cosca “Ficara-Latella” di Reggio Calabria, per un valore complessivo di circa 30 milioni di euro, sono stati sequestrati dagli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza e del R.O.S. dei Carabinieri di Reggio Calabria.

L’operazione, coordinata dalla Dda della città dello Stretto, ha portato al sequestro di un ingente patrimonio immobiliare, mobiliare e societario nei confronti delle due famiglie reggine di ‘ndrangheta, operanti nei quartieri della zona sud della città.

L’operazione, secondo quanto reso noto, rappresenta uno sviluppo dell’operazione “Reggio Sud” condotta, nel 2011, dai carabinieri e che aveva già consentito di fare luce su rilevanti investimenti fatti dalle due cosche. Gli uomini del Gico della Guardia di Finanza avrebbero accertato una sproporzione tra l’ingente patrimonio individuato ed i redditi dichiarati dagli indagati, tali da non giustificarne la provenienza.

Nell’ambito delle indagini, 27 persone sono state destinatarie dei provvedimenti di prevenzione antimafia. Complessivamente, sono stati sequestrati 17 società, 6 fabbricati, 19 terreni e 5 autovetture.