apple, riconoscimento facciale, software, brevetto, brevettato, nuova, tecnologia, iphone, ipad, mac

L’ultimo brevetto registrato da Apple consentirà l’utilizzo della teconologia di riconoscimento facciale per il controllo dei dispositivi della casa di Cupertino.

L’autorizzazione alla Apple è stata concessa dall’ufficio statunitense Uspto: il rivelamento dei volti e il riconoscimento sono due aspetti distinti ma che serviranno per il controllo dei dispositivi mobili iPhone, iPad e desktop Mac.

Nel rilevamento viene individuata l’area del viso tramite un’immagine, la cosiddetta face detection. Il riconoscimento è un processo che va più in profondità associando la faccia identificata all’utente, nella cosiddetta face recognition.

Insomma Apple punta a effettuare il lock-unlock tramite il software di riconoscimento facciale, che potrebbe essere utile anche per altre attività, come il blocco delle chiamate da utenti sconosciuti.

Non solo mobile device però: la tecnologia brevettata sarebbe utile anche per i computer, ad esempio per l’attivazione di una screen saver o le chiamate via skype. Ci sarà però da lavorare per trasformare i vari Mac in computer ancora più intelligenti.

La Mela ancora una volta batte gli avversari e questo brevetto insieme all’adozione del sensore di identità e impronte digitali Touch ID sembra un avvertimento agli avversari: Apple vuole stare un passo avanti.