Vincenzo Cristina, 56 anni, falegname di Palermo, è stato ferito alla tibia con un colpo d’arma da fuoco. Cristina si trovava dal suo meccanico in via Scillato quando un uomo con il volto coperto da un casco si è avvicinato e ha fatto fuoco.

Lo scorso 16 novembre qualcuno aveva dato fuoco alla vettura di Cristina. L’Alfa Romeo che aveva in uso era stata incendiata a due passi da casa.

Un’escalation di intimidazioni che stanno indirizzando le indagini dai carabinieri che da ieri hanno iniziato a sentire parenti, amici e colleghi di lavoro per cercare di chiarire chi ha sparato all’uomo. Un solo colpo mirato che gli ha spezzato la tibia.

Oggi l’artigiano è stato operato all’ospedale Policlinico per ricomporre la frattura. Secondo quanto accertato dai militari, l’uomo si trovava dal meccanico perché aveva forato la gomma dell’auto. Stava aspettando la riparazione quando un uomo lo colpito con una calibro 9 alla gamba.