Giovanni Schillaci è morto dopo quasi due giorni di agonia dopo il terribile incidente causato nella notte di martedì, quando il cinquantasettenne aveva percorso contromano un tratto dell’autostrada Palermo-Catania.

Schillaci è morto all’ospedale Civico, nel reparto di Ortopedia dove era stato ricoverato in gravi condizioni. L’uomo, a bordo di un’Opel Corsa, era entrato in autostrada dallo svincolo di Casteldaccia e senza rendersene conto aveva così percorso diversi chilometri, sempre nella corsia di sorpasso. Fino a quando, all’altezza di Altavilla, si è schiantato contro una Hyundai guidata da un palermitano, Vincenzo Russo, di 35 anni. I medici hanno accertato che Schillaci era in stato d’ebbrezza.