Anteria Telimar Palermo pallanuoto conferenza stampa

Il TeLiMar di pallanuoto si prepara all’esordio nella nuova stagione di serie A2 maschile di sabato prossimo, primo passo verso quei play off primo obiettivo dell’annata. La squadra guidata dal tecnico, Ivano Quartuccio, è stata presentata alla piscina Olimpica di Palermo davanti al vice sindaco con delega allo sport, Cesare La Piana, al presidente regionale del Coni, Giovanni Caramazza, e al dirigente del settore sport del Comune, Fernanda Ferreri.

La società dell’Addura ha scelto di confermare gran parte della rosa delle ultime stagioni. Guidata dai leader dello spogliatoio, Kresimir Zubcic, regista offensivo croato di 32 anni; Fabrizio Di Patti attaccante di 30 anni; Francesco Paolo Lo Cascio, capocannoniere ventiquattrenne degli ultimi campionati e incontenibile centroboa; Alessandro Sansone portiere di 24 anni e i difensori Gabriele Galioto, 20 anni, e Luciano D’Aleo, 28 anni.

L’unico acquisto è di quelli pesanti: il trentunenne Aldo Ercolano, catanese di nascita e fiorentino di adozione proveniente dalla Promogest Cagliari, ha partecipato sette volte ai play off scudetto di A1 e alla finale di Coppa Len del 2002. Nelle ultime due stagioni in Sardegna ha segnato 62 reti in 51 presenze. A completare il gruppo i rientri del ventiseienne attaccante Mario Raimondo, dalla Waterpolo, e del diciottenne centrovasca Alberto Andaloro dal Cus.

In una rosa quasi interamente palermitana un altro ’95, Adriano Covello (centroboa) più cinque ’97: Giorgio Giliberti e Diego Geloso (attaccanti), Fulvio Adelfio (portiere), Antonio Tuscano (difensore), Massimiliano Patti (centrovasca). Il TeLiMar conta, inoltre, di recuperare in corso d’opera i centrovasca Ugo Calabrese, temporaneamente ad Amburgo per l’Erasmus, e Piersanti Mattarella. 

Marcello Giliberti, presidente della società, è soddisfatto della rosa messa in piedi: “In questo periodo di straordinario travaglio socio-economico siamo riusciti ad attrezzare una squadra competitiva, che potrà ben figurare nel difficilissimo girone sud di A2. Conquistare l’accesso ai play off per il quarto anno di fila sarebbe bellissimo. Da quel momento, poi, ogni sogno è lecito. La concorrenza è davvero agguerrita in testa le due forti ed esperte formazioni siciliane dell’Ortigia Siracusa, appena retrocessa dal massimo campionato, e della Nuoto Catania, in A1 fino a due stagioni fa. Il Civitavecchia, che incontreremo sabato, ha sfiorato lo scorso anno la promozione, battuto soltanto in gara 3 della finale play off dalla Canottieri Napoli e la neo promossa Roma Nuoto che ha fatto un mercato stellare”.

Il tecnico  Ivano Quartuccio, alla seconda stagione alla guida dei palermitani, punta in alto: “Lo scorso campionato di A2, all’esordio assoluto da tecnico, mi è servito per acquisire esperienza – sottolinea l’allenatore -. Sono convinto di poter tirare fuori ancora di più da questa squadra. Conosciamo bene il Civitavecchia, contro cui giocheremo sabato prossimo all’Olimpica, speriamo di rompere subito il ghiaccio”.