Il gup Guglielmo Nicastro ha accolto le costituzioni di parte civile del Codacons e delle Regione nell’udienza preliminare per lo scandalo Ciapi di Palermo. Dal procedimento è stata stralciata, per un difetto di notifica la posizione di Francesco Riggio, ex presidente del Ciapi.

Al centro delle indagini è Faustino Giacchetto, l’uomo che, secondo l’accusa, avrebbe organizzato il sistema per gestire a suo piacimento, grazie alla presunta compiacenza di imprenditori, burocrati e politici, i quindici milioni destinati alla comunicazione del progetto Corap. Il processo è stato rinviato al 9 dicembre.