È stato scoperto dalla polizia, a Gela, un laboratori per la riparazione e la modifica di armi clandestine da sparo. Arrestato il proprietario, Carmelo Vella, di 52 anni, pluripregiudicato, ritenuto vicino al clan “Rinzivillo” di Cosa Nostra gelese.

Gli uomini della squadra mobile di Caltanissetta e del commissariato di Gela lo hanno fermato mentre viaggiava nella sua auto con una pistola semiautomatica calibro 7,65 modello Beretta, con matricola limata e tre proiettili nel caricatore, nascosta in un contenitore termico.

Nella successiva perquisizione a casa, gli agenti hanno trovato in uno sgabuzzino ricavato nel terrazzo di casa una carabina modello “Diana F 24” cal. 4,5, un silenziatore artigianale di grosse dimensioni, dieci cartucce di vario calibro, un machete, una roncola, alcune barre in acciaio e numerose molle utilizzate per la lavorazione delle armi. Vella, che aveva per portachiavi una pallottola, è stato arrestato in flagranza.