chi è giuseppe civati primarie pd

In altre circostanze e in altri periodi anche recenti, si è cercato in questo giornale di utilizzare la simbologia e l’arte divinatoria dell’Astrologia per intravedere i possibili influssi che la scienza degli antichi utilizzava per pre-vedere le sorti di una battaglia o il destino di uomini illustri e no.

Erano tempi, quelli, in cui non esisteva la ripartizione politica in destra, sinistra né tanto meno le vie intermedie (centrodestra e centrosinistra, coalizioni, larghe intese, accordi bipartisan ecc), non esistevano i mass media e la giustizia era amministrata dai saggi senza l’uso di codici e codicilli, anche in quel periodo la faziosità era di uso comune (un esempio per tutti la condanna a morte di Socrate). Nel periodo greco di Pericle il regime ateniese era capitalista, la proprietà della terra che nel periodo degli Achei era della gente, diviene ora individuale. Allo Stato non appartiene che il sottosuolo che peraltro non gestisce direttamente. Per Pericle il regime migliore era un liberalismo illuminato e un progressivo riformismo che escludesse la volgarità e la demagogia. La sua migliore arma politica furono i lavori pubblici e con il commercio fiorente il Tesoro rigurgitava di quattrini.

Bei tempi quelli!

Può risorgere quell’età aurea con un Pericle che la storia tramanda come un politico “onesto”? Che uscì dalla politica dopo quasi 40 anni con lo stesso patrimonio con cui c’era entrato, con una oratoria non per entusiasmare ma per persuadere – nei suoi discorsi non c’erano passioni (che presto passano) – ma fatti, dati, cifre, sillogismi e…..onestà?

Poco più di duemila anni fa non esistevano le “Primarie”. Domenica 8 dicembre 2013 si svolgeranno quelle del Partito Democratico con tre candidati: Giuseppe Civati, Gianni Cuperlo e Matteo Renzi.

Azzardiamo una previsione astrologica sul più accreditato e temuto concorrente di Matteo Renzi ovvero Pippo Civati all’anagrafe Giuseppe che nasce a Monza il 4 agosto del 1975. Sconosciamo la sua ora di nascita per cui le previsioni saranno davvero azzardate ma con una modesta dose di presunzione proveremo a stabilire le sue potenziali chance in base alle sue caratteristiche psicozodiacali.

Civati nasce sotto il segno del Leone, segno di fuoco, simbolicamente dotato di un ego abbastanza pronunciato ama sentirsi un personaggio con i riflettori puntati sulla sua persona; da buon Leone adora il comando seppure la vittoria vuol conquistarla con i propri mezzi e con fatica. È un ottimo organizzatore lasciando comunque agli altri i compiti meno importanti. Il Sole congiunto a Mercurio acutizza l’intelligenza e la passione nel raggiungere la meta prefissata è autentica sentita col cuore seppure concreta e analitica. Il buon aspetto del Sole con il pianeta Nettuno ingentilisce la sua personalità che sa essere anche sentimentale e vicino ai bisogni del prossimo. La Luna è nel segno del Cancro, la personalità è mutevole e sensibile, la figura materna ha una notevole influenza sul suo carattere, la memoria è intuitiva e nostalgica, il passato è sempre presente seppur nascosto.

Grandiosa appare la sua intelligenza, piena di vitalità, è sicura della sua espressione e lo è tanto da voler emergere a tutti i costi anche con segni di arroganza velati da una eleganza di linguaggio per nascondere la sua velleità; le sue conoscenze vengono acquisite con cautela, con calma, per fissarle al meglio nella sua memoria e poi mai più dimenticarle e difficilmente mutabili. Dotato di molta immaginazione talvolta trascura i dettagli che per chi intende far politica costituiscono gli elementi essenziali per pararsi dai tiri mancini e dalle rappresaglie degli avversari; l’idealismo è la pianta che cresce nel suo cervello ramificandosi negli interessi generali delle masse. Nel campo sentimentale le capacità di amare e di confrontarsi con le esperienze della vita sono vissute con lucida razionalità e prudenza, è raro che Civati si lasci andare alla tenerezza, per quanto l’influenza lunare (nel segno del Cancro) sovente lo tenti a lasciarsi andare. È difficilissimo che per amore si possa comportare come Pericle che per difendere la sua amata Aspasia piangeva durante la requisitoria per la sua assoluzione dai reati contestatile. È invece verosimile che nei sentimenti amorosi preferisca una intesa mentale e intellettuale che abbia le basi per un rapporto duraturo anziché romantica, tenera e passionale e magari caduca; eppure la dissonanza di Venere con Nettuno può comportare una ambivalente e contraddittoria condotta nei suoi rapporti d’amore con manifesta confusione fra un mondo reale e l’altro immaginario, sognato e idealizzato.

La posizione energetica di Pippo Civati è legata a quel pianeta Marte che al momento della sua nascita transitava nel segno del Toro che all’aspirante segretario del PD infonde determinazione, senso del possesso, ostinazione, fortissima attenzione al denaro alle questioni finanziarie; possiede, inoltre una incredibile resistenza e determinazione nel portare a termine quanto intrapreso, di contro lo stesso pianeta che si trova in esilio (la sua locazione naturale è nello Scorpione segno opposto al Toro) può comportare una lentezza nei riflessi per ostacoli materiali; tuttavia la buona posizione fra Marte e Saturno sostiene la razionalità imprimendo coraggio ed una aggressività piuttosto controllata.

Pur essendo combattivo ed ambizioso (Giove in Ariete) Civati non è affatto impulsivo, calcola i rischi che deve affrontare ma nel contempo deve prestare attenzione a non dimostrarsi troppo sicuro delle proprie capacità in quanto corre il pericolo di compromettere il rapporto con la gente. La dissonanza fra Giove e Saturno porrà un dilemma se correre il rischio o rifiutare un’occasione. Si osserva, inoltre, che il bisogno imprudente e distruttivo di questa nuova esperienza lo conduce ad inventare nuove e originali idee accompagnate da credenze quasi dogmatiche, allora può diventare irrequieto con atteggiamenti indecisi sugli obiettivi e nelle scelte.

Con Saturno nel segno del Cancro, si presentano conflitti fra sensibilità e ragione che scivolano in periodi non certamente facili, la stessa dissonanza fra Saturno e Urano comporta variabilità, si può creare da un lato un bisogno di autoritarismo e nel contempo un’anarchia totale. In tal caso il comportamento può risultare incoerente con atteggiamenti intransigenti e altri di estrema indecisione.

Con l’attuale posizione planetaria il cielo dell’aspirante segretario del PD non sembra volga a sua favore: Giove attualmente transita nel segno del Cancro dissonante a quello di nascita in Ariete, Saturno è opposto a pianeta Marte. Nella neutralità che caratterizza lo Zodiaco ancorché il quadro astrale non sprizza luce nei confronti di Giuseppe Civati, aspirante Segretario, ci asteniamo dal presumere ma sicuramente non possiamo mentire sulla condizione astrologica di domenica 8 dicembre 2013.