iraq, isis, raid

Un’ondata di attacchi e attentati ha fatto almeno 42 morti a Baghdad e nella provincia della capitale irachena. Le esplosioni sono avvenute in cinque aree diverse. I feriti, hanno riferito fonti mediche, sono almeno un centinaio.

Quasi metà delle vittime si sono registrate a Bayaa, quartiere sciita di Baghdad, dove sette persone hanno perso la vita e altre 14 sono rimaste ferite per l’esplosione di un’autobomba nei pressi di una concessionaria di automobili. Un’altra autobomba è esplosa in una piazza centrale: 5 morti e 15 feriti. Gli altri attentati sono avvenuti nell’area sunnita di Radhwaniya e poi nei distretti sciiti di Amel, Ghadir, Sadr City e Hussainiya. A Baquba una deflagrazione ha ucciso due persone.

Quest’anno in Iraq sono state uccise almeno 8.000 persone, il numero più alto dal 2008.