Una caduta senza fine. È quella della Lazio che esce sconfitta anche dall’Olimpico di Torino dove i granata fanno fruttare l’unica rete realizzata da Glik nel primo tempo. I biancocelesti hanno anche avuto una reazione ma che ha prodotto davvero poco in attacco.

Perea da solo non può ancora prendersi il peso di un intero reparto sulle spalle. Keita ha solo 18 anni con tutti i pregi e i difetti della giovane età, mentre Floccari è abbastanza evanescente. I granata devono solo amministrare e pungere in contropiede con il velocissimo Cerci. Una vittoria che proietta in alto i granata, a soli 6 punti dalla zona Europa League.

Il Verona raggiunge e sorpassa l’Atalanta proprio nel finale. Il colpo di testa di Juanito Gomez su calcio d’angolo di Romulo rimette in corsa i gialloblu a otto minuti e mezzo dal termine. Un’ingenuità di Cazzola su Cacia, regala un calcio di rigore ai padroni di casa che Jorginho sul dischetto non deve far altro che realizzare. Consigli tocca ma non può nulla. Al 42′ era stato Denis a portare in vantaggio l’Atalanta.

Vince in rimonta anche il Cagliari. Un 2-1 giusto in base a quanto fatto vedere dalle squadre in campo. Gilardino porta in vantaggio gli ospiti nel primo tempo e tanto basta a Gasperini. La successiva espulsione ingiusta di Manfredini dopo continui strattonamenti in area con Conti, porta la squadra ad amministrare il vantaggio. La continua pressione dei sardi però conduce alla doppietta di Sau che premia il forcing cagliaritano. Troppo presto il Genoa ha smesso di giocare. Indegna gazzarra nel finale con i giocatori di entrambe le squadre protagonisti di una rissa che poteva essere evitata.

Vince la Sampdoria in casa contro un Catania praticamente nullo. Eder e Gabbiadini mettono la firma su una vittoria che conduce i blucerchiati fuori dalla zona calda. Che invece si fa rovente per il Catania, ultimo a 5 punti dalla salvezza.

Infine terza vittoria consecutiva per il Chievo di Corini tra le nebbie del Mapei Stadium di Reggio Emilia. Ai veronesi basta un’unica rete di Thereau su assist di Sestu pr avere la meglio su un Sassuolo che mette in luce qualche passo indietro rispetto alle ultime prestazioni.