Tumore al seno: arriva un nuovo trattamento rivoluzionario. Secondo gli esperimenti condotti con successo da un team di ricercatori dell’università La Sapienza di Roma, coordinati da Alessandro Napoli, sarebbe possibile intervenire sul tumore al seno senza interventi chirurgici ma usando il calore di ultrasuoni ad alta intensità in grado di distruggere la neoplasia.

I risultati sono stati presentati alla Conferenza annuale della Società Nord americana di radiologia. Questa nuova tecnica ha il nome di “ablazione con ultrasuoni guidata da risonanza magnetica” che usa il calore per distruggere i tumori della mammella.

La procedura utilizza la risonanza magnetica per individuare precisamente la localizzazione del cancro, e successivamente onde di energia acustica da ultrasuoni ad alta intensità per rimuovere le cellule maligne.

Ad essere sottoposte al nuovo trattamento sono state 12 pazienti che hanno avuto diagnosticato un cancro al seno duttale invasivo: con un solo intervento in 10 donne su 12 il tumore è stato distrutto. I test successivi non hanno mostrato alcun segno di rimanenze neoplastiche.

Nessuna delle pazienti ha sofferto alcuna complicazione durante o dopo la procedura, ma i ricercatori hanno sottolineato la necessità di continuare le ricerche prima di adottare la procedura in modo capillare.