antonino pulvirenti, calcioscommesse, Fabio Lattanzi, Giovanni Grasso, gip Fabio Di Giacomo, i treni del gol, Inchiesta ‘I treni del gol’, istanza legali Pulvirenti, Istanza legali Pulvirenti revoca domiciliari, legali Pulvirenti revoca domiciliari, Pulvirenti arresti domiciliari, Pulvirenti catania, Pulvirenti revoca arresti domiciliari, scandalo Catania

“De Canio è confermatissimo. Non rischia assolutamente nulla. Vedo come lavora e quindi mi sento di confermarlo e poi ricordatevi che la nostra società non cambia tanto facilmente allenatore”. Così il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, smentisce le indiscrezioni sul possibile esonero del successore di Maran a causa dei risultati negativi della squadra.

Secondo il massimo dirigente etneo, che ha parlato in conferenza stampa a Torre del Grifo, la ricetta per uscire dalla crisi è “la solita, duro lavoro e una compattezza da ritrovare tra tifosi e squadra”. Pulvirenti ha escluso categoricamente un ritorno di Lodi dal Genoa e ha aggiunto: “ci sono cose che si possono dire e altre no. Vi dico solo che Lodi doveva andare via da Catania e basta”.

Pulvirenti conferma anche l’intenzione della società di intervenire sul mercato. “Faremo delle operazioni. Lavoreremo in Europa e molto in Italia per inserire giocatori già pronti nel nostro gruppo – ha dichiarato il presidente del Catania -. Di difensori ne abbiamo abbastanza che coprono tutti i ruoli. Interverremo in attacco e a centrocampo”.