Aggiornato alle: 01:30

Chiesto il ricorso in Cassazione per Antonino Speziale | Secondo i legali fu il “fuoco amico” a colpire l’ispettore Raciti

di Redazione

» Cronaca » Chiesto il ricorso in Cassazione per Antonino Speziale | Secondo i legali fu il “fuoco amico” a colpire l’ispettore Raciti

Chiesto il ricorso in Cassazione per Antonino Speziale | Secondo i legali fu il “fuoco amico” a colpire l’ispettore Raciti

| mercoledì 11 Dicembre 2013 - 10:36
Chiesto il ricorso in Cassazione per Antonino Speziale | Secondo i legali fu il “fuoco amico” a colpire l’ispettore Raciti

I legali di Antonino Speziale, hanno presentato ricorso in Cassazione contro la decisione della Corte d’appello di Messina che ha dichiarato inammissibile l’istanza di revisione del processo a uno dei due ultras del Catania condannati per omicidio preterintenzionale per la morte, il 2 febbraio 2007, dell’ispettore capo di polizia Filippo Raciti durante il derby col Palermo allo stadio Massimino.

La prima sezione penale della Suprema corte ha fissato l’udienza per il prossimo 6 febbraio. Agli atti è stata depositata una requisitoria scritta del Pg della Cassazione con richiesta di inammissibilita’. Per i legali del giovane, gli avvocati Giuseppe Lipera e Grazia Coco, Raciti sarebbe stato ferito da un Discovery della polizia mentre faceva retromarcia davanti il piazzale dello stadio Massimino.

Per i penalisti sarebbe stato un caso di ‘fuoco amico’. Su questo tema la mamma di Speziale, Rosa Speziale, il 23 febbraio scorso ha denunciato un poliziotto per falsa testimonianza e i legali del giovane, ‘a dieci mesi dall’esposto’, chiedono alla Procura di Catania se ‘intende esercitare l’azione penale’ e sollecitano ‘la richiesta di rinvio a giudizio’ dell’agente.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it