boom turismo palermo

È morto a Catania all’età di 98 anni l’avvocato Antonello Dato, vicepresidente della Regione Siciliana dal marzo del 1966 al gennaio del 1967. Nato a Caltanissetta nel 1915, da giovane Dato partecipò intensamente alla vita culturale di Messina, città instaurò un forte sodalizio culturale con Salvatore Quasimodo.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale si trasferì a Catania, dove fu professore di Storia e Filosofia nel liceo Cutelli ed esercitò la professione di avvocato nello studio dell’avvocato e deputato Luigi Castiglione, e dove, agli inizi degli anni ’60 fondò il ‘Circolo di cultura’. Nel 1966 Antonello Dato fu eletto deputato regionale per il Partito Socialista Democratico Italiano e fu riconfermato nella legislatura successiva, quando il Psdi conflui’ nel Psi, ricoprendo anche la carica di vicepresidente della Regione.

Tra le sue tante iniziative la proposta dell’istituzione del Parco dell’Etna. Alla fine degli anni Sessanta a Catania fu anche assessore comunale al traffico durante la sindacatura di Nino Drago. Nel dicembre del 2002 il comune di Bronte gli conferi’ la cittadinanza onoraria per la sua vicinanza all’avvocato Luigi Castiglione.

“Oggi la Sicilia perde un politico di spessore e un uomo di cultura, che a lungo ha alimentato e accresciuto il dibattito culturale di questa Isola. Alla famiglia vanno le mie personali condoglianze e quelle dell’intero Parlamento siciliano”. Lo afferma, in una nota, il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, dopo aver appreso della morte dell’onorevole Antonello Dato.