La Fiorentina riprende la sua marcia verso le zone più alte dela classifica aggiudicandosi il derby dell’Appennino. Battuto 3-0 un Bologna senza mordente e apparso quasi rassegnato al suo destino.

Torna al gol Ilicic, il primo della sua nuova avventura toscana, che apre la strada alle successive marcature di Valero e Rossi. Pepito protagonista ancora una volta: suo l’assist per la rete dello spagnolo e ottima la realizzazione del terzo gol. In casa Bologna rischia Pioli. La sua panchina è appesa a un filo.

Dopo sei partite torna a vincere la Lazio e non è un caso che questo sia accaduto con il ritorno ala rete di Miroslav Klose. Il centravanti tedesco ha segnato entrambe le reti del 2-0 finale, mettendo nei guai Nicola che aveva già subìto l’ultimatum del presidente Spinelli.

A Udine i padroni di casa fanno la partita e il Torino li colpisce in contropiede. Tutti i 90minuti si sono svolti seguendo questo copione che i granata hanno saputo interpretare al meglio grazie alla velocità di Cerci e alla bravura di Immobile e Farnerud nel concretizzare due dele poche azioni a disposizione. Continua il periodo no di Di Natale, molto al di sotto dei suoi standard realizzativi.

Nella giornata del centenario il Parma non va oltre lo 0-0 con il Cagliari. Anzi, i sardi avrebbero meritato molto di più vista la mole di gioco e le occasioni avute. Un Mirante in forma e una generale imprecisione non hanno consentito ai rossoblu di uscire dal Tardini col bottino pieno.

Pari anche tra Genoa e Atalanta con i liguri che avranno molto da rimpiangere. Dopo un classico primo tempo da 0-0 con poche emozioni, nella ripresa arriva la rete di Bertolacci a mettere indiscesa il match. Fino al 94′ quando De Luca, entrato dalla panchina, sfrutta al meglio un cross di Cigarini dalla destra per battere l’incolpevole Perin.

Infine si ferma la striscia di vittorie del Chievo, rivitalizzato dalla cura Corini, per mano di un’altra squadra completamente diversa dopo il cambio di allenatore. Alla Sampdoria di Mihajlovic basta un’unica rete di Eder di testa per guadagnare i tre punti e continuare nella marcia iniziata tre partite prima con la Lazio: nelle ultime quattro, due vittorie e due pareggi per i blucerchiati che pian piano si stanno tirando fuori dalla zona calda.