foto simbolo anni di piombo, morto autore foto simbolo anni di piombo, paolo pedrizzetti, anni di piombo foto simbolo milano 14 maggio 1977, milano via de amicis, muore paolo pedrizzetti

Il 14 maggio 1977 Paolo Pedrizzetti si trovava in via De Amicis a Milano, durante gli scontri che infiammavano gli anni di piombo: quel giorno morì il vicebrigadiere Antonio Crusta e Pedrizzetti riuscì a immortalare un autonomo con il volto coperto e la pistola puntata a mani congiunte contro la polizia.

Paolo Pedrizzetti oggi è caduto dal suo condominio di Arona, in provincia di Novara. Laureato in Architettura proprio a Milano, diventò designer di prodotti e sposò la donna che ha perso la vita con lui nel pomeriggio, Raffaella Mattia. I due stavano decorando il balcone della loro casa, quando è avvenuta la tragedia.

La foto scattata da Pedrizzetti è diventata il simbolo degli anni di piombo, quel periodo della storia italiana a cavallo tra gli anni settanta e gli anni ottanta in cui la protesta contro la politica diventò violenza, lotta armata e terrorismo.

L’apice degli anni di piombo fu la strage di Piazza Fontana: Milano è stata il centro nevralgico di quegli anni e lo scatto immortalato da Pedrizzetti incarna la rabbia e la paura del periodo.