Aggiornato alle: 19:44

Per dimagrire non basta contare le calorie: bisogna calcolare l’IQD

di Azzurra Sichera

» Benessere » Per dimagrire non basta contare le calorie: bisogna calcolare l’IQD

Per dimagrire non basta contare le calorie: bisogna calcolare l’IQD

| lunedì 16 Dicembre 2013 - 09:13
Per dimagrire non basta contare le calorie: bisogna calcolare l’IQD

L’ultima novità in fatto di dieta è l’IQD, ovvero l’Indice di Qualità della Dieta. Secondo questo parametro non è importante quanto si mangia e, di conseguenza, quante calorie si ingeriscono durante il giorno. La differenza in fatto di peso la determina cosa si mangia.

La maggior parte delle diete si basa sul conteggio delle calorie, ma gli esperti dicono che bisogna fare più attenzione alla qualità degli alimenti che si consumano.

Zuccheri, glicidi, carboidrati e grassi saturi sono i principali nemici della forma fisica, ma se vengono mangiati insieme a verdure, fibre e cereali integrali allora il loro effetto ingrassante potrebbe essere attenuato.

L’IQD si calcola moltiplicando l’apporto di glicidi per quello degli acidi grassi saturi e il risultato va poi diviso per le fibre.

In concreto, se si ingeriscono poche calorie ma con alimenti ricchi di grassi saturi (quindi senza frutta e verdura), resta alta la probabilità di prendere peso: è stato riscontrato infatti che le persone in sovrappeso trascurano le verdure preferendo carne e formaggi.

I risultati degli scienziati sull’IQD verranno divulgati dopo ulteriori studi.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it