Cori razzisti, chiuse le curve di Inter e Roma

Altre due curve rimarranno chiuse su decisione del giudice sportivo di serie A, Gianpaolo Tosel. Sono quelle di Inter e Roma, punite con due turni di stop, con la prima che paga i cori di carattere discriminatorio dei propri tifosi durante la partita Napoli-Inter di domenica sera; la seconda è stata sanzionata dopo la partita di ieri sera a San Siro contro il Milan perché “la maggioranza dei circa 1700 sostenitori che occupavano la parte del settore ospiti intonava per due volte un coro discriminatorio all’indirizzo dei giocatori rossoneri”.

Un turno, con pena sospesa per un anno, anche a quella della Lazio che paga i cori discriminatori nei confronti di Ibrahima Mbaye del Livorno. Se nei dodici mesi successivi a questa decisione dovesse venire commessa una violazione simile, la sospensione verrebbe revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella prevista per la nuova violazione. Infine ammende a Napoli (15.000 euro), Juventus, Milan (5.000 euro), Catania e Lazio (2.000 euro).