Basta poco alla Juventus per avere la meglio su un Avellino volenteroso ma nettamente inferiore ai bianconeri, molto più di quanto sarebbe lecito supporre da una delle migliori formazioni del campionato cadetto. La Juventus fa tutto nel giro di 35 minuti: Giovinco, Caceres e Quagliarella mettono la loro firma in calce al 3-0 finale costruito in questa prima parte di gara.

Migliore in campo è stato sicuramente Giovinco, autore di una rete di pregevolissima fattura e capace di mandare in gol anche i compagni Caceres e Quagliarella. I ritmi sono stati molto bassi per tutti i 90 minuti e la Juventus, con Conte che ha deciso di mandare in campo le cosiddette seconde linee, ha un po’ tirato i freno a mano una volta raggiunto un margine che garantisse una buona sicurezza. Si è rivisto in campo anche Simone Pepe, a più di un anno dalla sua ultima presenza in bianconero. La partita si è conclusa in un clima di festa anche per i tifosi irpini che hanno riassaporato il grande calcio a 25 anni di distanza da quelle insuperabili stagioni nella massima serie. Ai quarti la Juventus troverà la vincente della sfida tra Roma e Sampdoria.