Alitalia, Poste vara aumento capitale da 75 milioni

Nelle prossime ore potrebbero essere più chiare le sorti di Alitalia. Nella notte è arrivato il via libera del consiglio di amministrazione di Poste ad un aumento di capitale di 75 milioni di euro all’interno dell’operazione che vede l’ingresso di Poste nella compagnia di Bandiera. Nel complesso quadro di ricapitalizzazione dei Alitalia mancherebbero solo i milioni che si è impegnata a versare Poste. A causa di questo adesso l’attenzione si concentra sul consiglio di amministrazione del vettore postale italiano che si è riunito per discutere sulle modalità di partecipazione in Alitalia. Nel frattempo sono trapelate altre indiscrezioni che gravitano intorno ad Alitalia.

Etihad, infatti, sarebbe pronta ad aumentare il capitale di Alitalia con un versamento di 300 milioni di euro conquistando così la posizione di primo azionista della compagnia. Ma ancora nessuna nota ufficiale o commento è stata diffusa dalle due compagnie aree. Dopo la decisione di Air France-Klm di non partecipare all’aumento di capitale diluendo la propria quota dal 25 per cento all’8 per cento, adesso Alitalia è in cerca di nuovi partner. Secondo l’agenzia Bloomberg quindi sembra sempre più vicina la realizzazione dell’investimento del vettore saudita, sempre secondo la stessa fonte la compagnia degli Emirati Arabi potrebbe avere un incontro con Alitalia già domani a Roma. L’amministratore delegato di Etihad, James Hogan, negli anni ha portato avanti una politica di acquisizione di compagnie aeree più piccole in India, Australia ed Europa che gli ha permesso di creare un network di trasporto passeggeri in grado di acquistare aerei e attrezzature in condivisone con altri soci e vettori.