etna chiuso aeroporto fontanarossa

L’Etna torna a farsi sentire. Nuove esplosioni ed emissioni di cenere dal vulcano dal cratere di Nord-Est dell’Etna. Lo rendono noto gli esperti dell’Ingv di Catania, secondo cui “dopo la completa cessazione dell’effusione lavica dalla fessura sul basso fianco nord-orientale del nuovo cono del cratere di Sud-Est dell’Etna nella notte fra il 18 e il 19 dicembre, si sono osservate delle blande emissioni di cenere di color marrone grigiastro dal cratere di Nord-Est. Queste emissioni formano una nube di cenere molto diluita che viene sospinta dai venti verso sud-ovest. L’ampiezza del tremore vulcanico si mantiene su un livello basso, simile ai valori registrati nelle ultime 24 ore”.

Subito si è riunita l’unità di crisi che ha deciso di chiudere il settore 1 dello spazio aereo sopra la città di Catania.

Al termine dell’operatività dello scalo sarà chiuso anche il settore 4 fino a domattina. Lo scalo di Fontanarossa è comunque aperto e normalmente attivo. La prossima riunione dell’unità di crisi sarà domattina alle ore 5:30.