Ultimo giro di Fantaconsigli prima di Natale, ma la giornata non sembra poi così male. La Juve a Bergamo per alimentare la fuga, farà turnover? Napoli e Roma sicuramente no e poi c’è il derby. Quello vero, quello più tifato. Quello di Milano. A Babbo Natale chiediamo… una bella caterva di punte prolifiche.

ATALANTA-JUVENTUS Appunto. La capolista fuori casa vuole chiudere in bellezza un anno da record. Ok, senza la Champions, ma comunque da record. Tra i bergamaschi, però, c’è un tale Jack Bonaventura che mangia l’erba per poter tornare protagonista. Mettiamolo. Denis sarà unica punta, ma dovrà vedersela con il trio titolare Bonucci-Barzagli-Chiellini. Insomma, se ne avete altri… Sponda Juve ci sono tutti, anche Lichtstainer, che torna titolare in campionato. Tevez-Llorenze davanti. Pogba, Vidal, Marchisio, Asamoah dietro … insomma, manca solo Pirlo, fate un po’ voi.

BOLOGNA-GENOA è la sfida a tinte rossoblu tra due squadre che vogliono (devono) vincere. Fari accesi sull’ex Gilardino. Kone, Diamanti e poco più (Cristaldo se non avete di meglio). Potrebbe anche essere una partita da Bertolacci, ancora abulico quest’anno. Vrsaljko: sì. Occhio che Pioli rischia il posto… morte il freno alle sue spalle il signor Roberto Baggio.

CAGLIARI-NAPOLI. A Cagliari il Napoli deve vincere per non perdere il treno scudetto o comunque non mollare la scia delle prime della classe. Archiviato ormai Agazzi, tra gli isolani Nainggolan, ormai ai saluti, potrebbe essere schierabile, ma viste le esigenze di classifica dei partenopei, salvo passo falso collettivo, meglio puntare, al limite, sul solo Sau. Reina in porta nel Napoli è la solita carta buona, il poker offensivo sarà Higuain, Insigne, Callejon, Mertens … ripetiamo … ah, se quest’ultimo fosse inserito tra i centrocampisti.

INTER-MILAN, il derby della Madunina. Tra Abbiati e Handanovic sceglier non saprei, entrambi (per ragioni diverse) a rischio di prendere gol. De Sciglio sta riacquistando fiducia, mettiamolo, in campo o primo panchinaro. Jonathan e Nagatomo tutta la vita. Guarin, anche lui, speriamo fantacalcisticamente di no, ai saluti, pure. Palacio è sì tanto quanto lo è Balotelli e, sì, Matri, che con l’Inter vede spessissimo la porta.

LIVORNO-UDINESE. E’ un po’ che Nicola gioca con la difesa a 5 e questo ci arretra oltremodo Schiattarella, che comunque resta perno insostituibile dei labronici. bsì, potrebbe essere la sua gara, Paulinho anche. Siligardi forse. Che fine ha fatto Emeghara? L’Udinese fuori casa non è certo nota per i danni fatti, ma su Heurtaux e Basta si dovrebbe poter puntare. Di Natale prende voti bassi da troppo tempo: Mettiamolo.

ROMA-CATANIA potrebbe essere una passeggiata di salute per la squadra giallorossa, ma c’è di mezzo un’accesa rivalità… almeno da parte dei catanesi, che riabbracciano Bergessio. Da Maicon a Gervinho mettiamoli tutti i romani, occhio ar capitano, ritrovato il campo potrebbe ritrovare gol e/o assist.

SAMPDORIA-PARMA è la partita di Antonio Cassano, che la seguirà dalla tribuna, tifando non si sa per chi, viste le ultime voci di mercato. De Silvestri potrebbe trovare vita facile sulla fascia destra. Eder è lanciatissimo. Pozzi no. Parolo è la luce di Parma più di quanto non possa esserlo il Parmigiano, Sansone (Nicola) potrebbe far male, ma è supportato … o dovrà supportare … parruccone Amauri. Grossa incognita. Grossissima.

SASSUOLO-FIORENTINA. Neroverdi che devono rialzarsi dopo le sberle prese dalla Juve. Consigliamo Longhi, si muove benino per ora. In avanti il trio sarà Berardi, Zaza, Floro Flores. Viola col diamante Rossi sorretto da Joaquin e Vargas. Il peruviano è il vero colpo di mercato della Fiorentina di quest’anno, finora. Aspettando Mario Gomez.

TORINO-CHIEVO sembra la classica partita da under. Glik stavolta si mette, così come Cerci e Immobile. Brighi magari. Dramé è il top player del Chievo, fantacalcisticamente parlando. Estigarribia, oggetto misteriosissimo, sosterrà Thereau-Paloschi.

VERONA-LAZIO chiude il cartello prefestivo. I gialloblu hanno un po’ rallentato la corsa devastante  di inizio stagione, ma Jorginho e Romulo restano pedine insostituibili per ogni fantallenatore, così come Luca Toni. Che vi avevamo detto di Klose? Il panzer tedesco i gol li sa fare… se la squadra collabora e Candreva è uno che collabora sempre. Meno ispirato Lulic. Manca Hernanes, meglio così.

Nell’augurarvi un ottimo e serenissimo Natale, l’invito rimane lo stesso: commentate, commentate e commentate. O magari twittate, ad @HaroldCrewes. Rispondo più o meno sempre.