arestato lavitola, tangenti panama, lavitola ricatto berlusconi, berlusconi ricattato da lavitola

Dai verbali della presunta estorsione a Impregilo da parte di Valter Lavitola è emersa una nuova vicenda che vede coinvolto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. L’ex direttore dell’Avanti avrebbe ricattato il Cavaliere grazie ad alcuni video di Berlusconi in compagnia di alcune escort.

A svelare il retroscena è stato Angelo Capriotti, uno degli imprenditori  che ottenne appalti a Panama forse pagando tangenti al governo centramericano e a cui Lavitola “suggerì” di regale un elicottero al presidente Martinelli. Sentito dal pm Henry JohnWoodcock e dal procuratore aggiunto di Napoli Francesco Greco, Capriotti ha raccontato: “In occasione del soggiorno, secondo quanto riferitomi da Lavitola, lo stesso aveva procurato anche in quella occasione, come avvenuto in Brasile, delle ragazze mercenarie per il presidente del Consiglio italiano”.

Capriotti poi sostiene che l’imprenditore Mauro Velocci – anche lui indagato nel caso delle tangenti a Panama – gli raccontò che  “aveva poi sottratto a Lavitola, duplicandoli, dei video a luci rosse riguardanti tali incontri, video che Lavitola stesso gli aveva girato di nascosto”.

La vicenda è emersa dopo l’arresto di Lavitola con l’accusa di tentata estorsione ai danni di Impregilo: l’ex direttore dell’Avanti avrebbe minacciato i vertici dell’impresa pressando per la costruzione di un ospedale a Panama. Nella vicenda Silvio Berlusconi avrebbe un ruolo di “vettore inconsapevole”: sua la telefonata che ha fatto partire le indagini.