paola rota suicida a 32 anni perse i genitori nella strage di linste

Paola Rota, di 32 anni, si è uccisa nella sua casa di Ubiale Clanezzo, in provincia di Bergamo. La donna aveva perso, nella tragedia di Linate dell’8 ottobre 2001, i genitori e il fratellino, che erano in viaggio per farle una sorpresa a Copenaghen. Anche il fratello, Matteo, si era suicidato un anno fa. Paola Rota ha lasciato cue figli, uno di cinque anni e l’altro di appena tre mesi.

Quella che in quel lontano 8 ottobre doveva essere una sorpresa si è trasformata in tragedia. “Non l’avevano voluta avvertire che sarebbero arrivati – racconta uno dei parenti subito dopo la tragedia –  si erano riservati di telefonare alla figlia Paola appena sbarcati”. A casa erano rimasti gli altri due figli della coppia Matteo e Clemens.

La camera ardente, per evitare altri traumi al figlio più grande, di Paola Rota è stata allestita lontana da casa. Il feretro di Paola Rota è stato composto nella villa in cui viveva il fratello suicida Matteo. Paola si era sempre dimostrata una donna molto forte e dopo la scomparsa dei genitori aveva iniziato a prendersi cura dell’attività di famiglia. Si era laureata in Relazione pubbliche allo Iulm di Milano, centrando la sua tesi sulla tragedia di Linate. I funerali saranno celebrati lunedì pomeriggio.