Il Movimento 9 dicembre per la sovranità nazionale sbarca a Palermo con un blitz in via Ruggero Settimo. Ieri pomeriggio alcuni esponenti del Movimento 9 dicembre, con le facce coperte da maschere tricolori, sono giunti in via Ruggero Settimo bruciando una grande banconota da 50 euro ed esponendo uno striscione che riportava una bandiera italiana e la scritta “Questa è la nostra unica bandiera ed è rivoluzionaria”.

La protesta, secondo quanto riportato sul volantino distribuito, “era rivolta contro l’attuale governo di ‘nominati’ e l’Unione Europea che con le sue decisioni criminali sta portando al suicidio migliaia di europei. Il nostro blitz è stato pacifico – afferma il Movimento 9 dicembre – e voleva denunciare che la nostra Nazione sta collassando sotto i colpi di una costruzione tecnico-finanziaria, quale l’Ue, sferrati anche da una classe politica codarda ed ignorante che ha barattato l’autonomia e l’indipendenza economica del paese senza considerare il parere del popolo italiano.

“Bruciando simbolicamente una grande riproduzione della banconota da 50 euro – prosegue la nota del movimento si è voluto ricordare che non siamo disposti a rimanere indifferenti di fronte alle politiche europee che hanno impoverito la nostra economia mettendo sul lastrico padri di famiglia, distruggendo le piccole e medio imprese che sono la rete vitale e caratterizzante dell’Italia, riuscendo a mettere in ginocchio la grande industria nella prospettiva di trasformare lo Stato italiano in un produttore unicamente dedito ai servizi e al turismo”.