caso crocetta ministro oralndo avvia verifiche, crocetta oggi riferirà in aula, crocetta parlerà all'assemblea regionale siciliana, crocettasi difenderà dalle accuse dei deputati, ministro orlando chiede verifiche su caso crocetta

Trenta milioni di euro di fondi europei 2007-2013 non spesi verranno trasferiti al fondo di rotazione della Crias, la Cassa Regionale per il Credito alle Imprese Artigiane Siciliane. Verranno ridotti i canoni per alcuni comparti produttivi strategici per l’economia siciliana, e si terrà un tavolo di concertazione sulla nuova programmazione europea.

Tutti questi punti sono stati discussi in una lunga riunione tenutasi a Palazzo d’Orléans tra il presidente della Regione, Rosario Crocetta, i componenti della giunta e i rappresentanti delle associazioni di categoria aderenti al “Tavolo permanente per la crescita e lo sviluppo” (Agci, Cia, Claai, Cna, Casartigiani Palermo, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confartigianato, Confcooperative, Confesercenti, Confindustria, Legacoop) che aveva fortemente criticato la legge di stabilità regionale. L’attacco era venuto a più riprese e con toni forti, che avevano causato una risposta altrettanto forte del Governatore.

“Abbiamo registrato – ha detto Filippo Ribisi, coordinatore del Tavolo – un’apertura da parte del governo sui problemi che attanagliano le imprese. Siamo in attesa di vedere come il governo passerà dalle parole ai fatti, ma nel frattempo abbiamo ottenuto alcune promesse come quella riguardante il rimpinguamento del fondo di rotazione della Crias che, se fatto, darà una boccata di ossigeno alle nostre imprese”.

“Il governo – ha aggiunto Ribisi – è anche favorevole alla modifica all’articolo 10 del ddl di stabilità che al momento prevede di internalizzare i servizi di pulizia ed ausiliari a discapito delle aziende private del settore”.

“Tra le altre cose, poi – ha detto Ribisi – si è stabilito di aprire una concertazione con le imprese sulla nuova programmazione 2014-2020, nonché di organizzare incontri periodici con le associazioni datoriali per parlare di sviluppo. Stiamo attraversando un momento cruciale per la nostra economia: il 2014 sarà un anno fondamentale per dare una svolta alla grave recessione e dare impulso al sistema produttivo siciliano”.