È bastata una telefonata, i consueti auguri, magari, pochi convenevoli e una risposta che forse non ha avuto neanche bisogno di una domanda: “Sì”. Edy Reja torna sulla panchina della Lazio. L’ufficialità non c’è ancora, ma ci sarà, domani, al più lunedì. Ma il ritorno sulla panchina che il tecnico goriziano ha occupato dal 2010 al 2012 è più che imminente, è cosa fatta.

L’accordo si dovrebbe aggirare sulla base di 400 mila euro per traghettare la squadra biancoceleste fino a fine stagione. Di fatto ci sarà anche un’opzione per il rinnovo, ma perché questo accada serve un’impresa, qualcosa come un trofeo, magari  la Coppa Italia. Solo una vittoria importante potrebbe fare ravvedere il duo Lotito-Tare, sempre più intenzionati a pescare ancora una volta in Svizzera il nome nuovo, quello di Murat Yakin, ex difensore roccioso della nazionale elvetica, ora promettente tecnico del Basilea.

Nazionale elvetica che da quest’estate sarà guidata da Petkovic. Per lui, che il suo contratto firmato ce l’ha già in tasca, è in arrivo l’esonero, ma sarà solo un antipasto, stando almeno a quanto promette l’adiratissimo Claudio Lotito, che, c’è da scommetterci, farà di tutto per ottenere per l’allenatore slavo il licenziamento per giusta causa.