scilabra, ars, sicilia, crocetta, mozione di censura, mozione di censura scilabra, annullata mozione di censura scilabra, crocetta salva nelli, m5s, valentina zafarana, stefano siragusa, piano giovani, fallimento piano giovani

La commissione Bilancio dell’Ars è riunita per esaminare la Legge di Stabilità regionale che, in base al programma dei lavori comunicato dalla Presidenza dell’Assemblea, dovrebbe essere incardinata domani in aula insieme con il ddl di Bilancio.

I lavori della commissione dovrebbero proseguire “ad oltranza” per l’intera giornata, fino all’approvazione del documento finanziario. La seduta d’Aula è convocata domani alle ore 12.

Solo il gruppo parlamentare del Movimento Cinque Stelle all’Ars ha presentato 180 emendamenti alla legge di stabilità proposta dal governo Crocetta.  Gli atti dei deputati spaziano praticamente in tutti gli ambiti con i denominatori comuni del rilancio, dell’attenzione alla piccole  medie imprese e del taglio agli sprechi. Grande attenzione è rivolta al turismo, al microcredito e all’agricoltura.   

Ieri, intanto, nelle prime battute di esame dell’articolato in commissione bilancio è arrivato il via libera per due emendamenti  proposti dal Movimento all’articolo 7 (disposizioni in materia di assegnazioni finanziarie ai Comuni): il primo  obbliga i comuni a spendere almeno il 2 per cento delle somme loro trasferite con forme di democrazia partecipata, utilizzando strumenti che coinvolgano la cittadinanza, il secondo  inserisce tra i criteri delle somme  da erogare ai Comuni  misure di efficienza energetica, azioni per ridurre l’inquinamento (car-sharing, bike-sharing, car-pooling) e la raccolta dei rifiuti porta a porta, nell’ottica del traguardo rifiuti zero.