terremoto-sannio-napoli-29-dicembre-2013-scosse-nella-notte-nel-matese

Una scossa sismica con magnitudo locale di 5.0 è stata registrata pochi minuti dopo le 18, nel Casertano, nell’area del Sannio, a ridosso dei Monti del Matese. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Castello del Matese, San Potito Sannitico e San Gregorio Matese in provincia di Caserta, e il comune di Cusano Mutri in provincia di Benevento.

Nessun danno grave a Piedimonte Matese, epicentro del sisma. Lo ha riferito Vincenzo Cappello, sindaco della cittadina. “Si sono verificate lesioni ma non grossi danni strutturali”, ha spiegato, “c’è molta preoccupazione e tensione perché la scossa è stata molto, molto forte. Si sta controllando tutto il territorio, ma la situazione è sotto controllo. Per esempio non c’è stato nessun problema nell’ospedale locale”.

Un uomo è rimasto ferito: si è lanciato dal balcone di casa in preda al panico a Maddaloni, nel Casertano. Il ferito, un cinquantenne, è caduto dal balcone del piano rialzato di un fabbricato in via Appia. Non è in gravi condizioni.

Paura e preoccupazione a Napoli dove è stata avvertita la scossa. Per molti secondi i vetri hanno tremato, lampadari e pensili oscillato e si sono avvertiti scricchiolii. Molte le persone che si sono riversate in strada.

I centralini dei vigili del fuoco hanno ricevuto decine di chiamate, soprattutto per ricevere informazioni tranquillizzanti o per segnalare danni di poco conto come la caduta di calcinacci da cornicioni di edifici. Le chiamate sono arrivate numerose dal centro storico del capoluogo campano, dove ci sono gli edifici più vecchi. In diversi casi è stato chiamato il personale del 118 per far uscire di casa i malati costretti a letto. Al momento non si registrano danni.

La conferma è arrivata anche dal sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che ha scelto Twitter per darne notizia:

 

La polizia ha allertato i commissariati di provincia, ma al momento, anche in quelli che si trovano vicini all’epicentro nella zona di Piedimonte Matese, non sono stati segnalati danni. Le stesse rassicurazioni sono arrivate dai carabinieri del comando provinciale di Caserta.

La scossa di terremoto Matese è stata avvertita nel Salernitano prevalentemente nel capoluogo, nell’agro Nocerino Sarnese e a Battipaglia. A Salerno la scossa è stata avvertita ai piani alti dei palazzi del centro e della zona orientale.

Il sisma è stato avvertito anche ad Altavilla Irpina e molte persone hanno lasciato le loro case non sentendosi al sicuro.

La scossa di terremoto è stata avvertita anche a Campobasso e in tutto il Molise.

Diverse le scosse di assestamento che sono seguite dopo il primo sisma.