Abel Hernandez è stato uno dei protagonisti principali della vittoria di Crotone e dell’intero girone d’andata del Palermo. Con undici reti in diciassette partite è anche il capocannoniere della squadra. “Sono felice di aver segnato un gol importante – commenta l’uruguayano -. Segnare subito è stato fondamentale per tutta la squadra perché ci ha permesso di mettere la partita come volevamo. Siamo stati davvero bravi, abbiamo dimostrato carattere e compattezza contro una delle migliori squadre del campionato.

Hernandez non vuole fare progetti a lunga scadenza che non contemplino il rosanero: “Il mio futuro? Penso solo al Palermo, a riportare questa squadra dove merita e a giocare con questi compagni e questo mister in Serie A”.

Edgar Barreto, capitano e leader di questo gruppo, sottolinea la prestazione della squadra su un campo difficile: “La squadra ha fatto una partita di grande carattere contro un ottimo avversario. Nella ripresa abbiamo sofferto un po’ ma siamo stati compatti, abbiamo lottato tutti verso un unico obiettivo e questo è stato fondamentale per la vittoria”.

Da buon condottiero, il paraguayano sa bene che non è il momento di abbassare la guardia: “Possiamo migliorare nella gestione delle partite – ammette -: sul 2-0 su un campo difficile potevamo controllare meglio l’incontro abbassando il ritmo. Siamo però riusciti a portare a casa il successo ed è questo quello che conta. Iachini cura tantissimo i calci piazzati e i risultati si stanno vedendo: aver sbloccato la partita grazie a questo tipo di situazione è stato fondamentale”.