Aggiornato alle: 14:30

Schumacher lotta ancora tra la vita e la morte | Alle 11 il nuovo bollettino medico

di Domenico Giardina

» Dal mondo » Schumacher lotta ancora tra la vita e la morte | Alle 11 il nuovo bollettino medico

Schumacher lotta ancora tra la vita e la morte | Alle 11 il nuovo bollettino medico

| lunedì 30 Dicembre 2013 - 11:07
Schumacher lotta ancora tra la vita e la morte | Alle 11 il nuovo bollettino medico

Alle 11 di oggi verrà diffuso il nuovo bollettino medico riguardante le condizioni di salute di Michael Schumacher, che restano critiche anche dopo la seconda notte.

La conferenza è stata anticipata di un’ora dai medici di Grenoble stanno curando Michael Schumacher dopo la brutta caduta di domenica confermano quanto già detto dopo le prime indiscrezioni sulle sue condizioni: “Permane la situazione critica, non possiamo pronunciarci sulla sua sopravvivenza. Esiste un edema cerebrale diffuso. La situazione sembra molto seria perché il post-operatorio non è andato così come si sperava”.

I sanitari non vogliono sbilanciarsi più di tanto per due motivi principali: è ancora troppo presto per trarre qualsiasi conclusione e non vogliono dare false speranze.

“Stiamo cercando di fare di tutto ma attualmente è in coma artificiale per contenere l’edema cerebrale – hanno aggiunto i medici dell’ospedale di Grenoble nel bollettino di ieri -. Al momento valutiamo le condizioni ora dopo ora perché il quadro clinico è in continua evoluzione. Il casco ha protetto Schumacher solo in parte, in quanto si è rotto dopo la botta. Senza di esso sarebbe sicuramente morto”.

L’ex pilota della Ferrari è arrivato in ospedale con diverse lesioni cerebrali e traumi facciali. I medici hanno concluso dicendo che “per ora non sono previsti altri interventi”. Schumacher, che il 3 gennaio compirà 45 anni, si trova sempre in coma farmacologico indotto nell’ospedale di Grenoble per limitare l’impatto delle ferite alla testa. Il coma serve anche a far calare la temperatura del pilota tedesco a 35 gradi per ridurre l’abnorme aumento di volume del cervello successivo all’emorragia cerebrale.

Al momento del terribile impatto con la roccia, Michael Schumacher stava sciando in un tratto di neve fresca tra due piste battute tra i 60 e i 100 km orari. Una velocità che spiegherebbe come il casco che Schumacher indossava si sia spaccato nell’impatto. Lo riferisce il britannico Times che cita una fonte vicina alle indagini della polizia francese che sta ricostruendo il tragico incidente.

Leggi il nuovo BOLLETTINO MEDICO sulle condizioni di salute di Michael Schumacher.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it