Lista Tsipras, la ‘garante’ Barbara Spinelli: | “Continueremo a sostenere Grasso e Battaglia”

di Elena Di Dio

» Politica » Lista Tsipras, la ‘garante’ Barbara Spinelli: | “Continueremo a sostenere Grasso e Battaglia”

Lista Tsipras, la ‘garante’ Barbara Spinelli: | “Continueremo a sostenere Grasso e Battaglia”

| lunedì 10 Marzo 2014 - 17:26
Lista Tsipras, la ‘garante’ Barbara Spinelli: | “Continueremo a sostenere Grasso e Battaglia”

Di parlare di crisi della lista Tsipras in Italia, Barbara Spinelli, classe 1946, giornalista, fra i fondatori di Repubblica poi passata al Corriere ora corrispondente da Parigi per La Stampa, non vuole sentirne. “I casi  – dice a Si24 – sono solo due e di crisi non si può parlare”. Ma i ‘casi’  – il ritiro delle candidature nelle circoscrizioni Sud e Isole – sono importanti: riguardano l’attivista di Peacelink, Antonina Battaglia e l’imprenditrice antimafia di Palermo, Valeria Grasso. Entrambe – come sottolinea Barbara Spinelli che fa parte del comitato dei garanti della lista “L’altra Europa con Tsipras” – hanno ritirato la candidatura. E di fatto intervenire per loro era impossibile. Seppure – dichiara la candidata capolista del collegio Centro per le prossime europee e componente delle liste nei collegi Sud e Isole – “sono personalmente desolatissima”. Il riferimento, in particolare, è al ritiro della candidatura di Valeria Grasso che travolta dalle polemiche – riprese dai media siciliani – sulla sua partecipazione ad una manifestazione antimafia di Fratelli d’Italia a Roma, ha scelto la strada della “difesa” annunciando il proprio ritiro.

Valeria Grasso in un’intervista a BlogSicilia.it sostiene di non aver ricevuto alcuna comunicazione ufficiale dal comitato dei garanti della lista Tsipras: “Sono stata proposta dai garanti e da loro mi sarei aspettata una telefonata diretta per sapere se quanto diffuso sui mezzi di stampa regionali corrispondesse al vero, dato che a livello informale e personale continuavo a ricevere rassicurazioni sulla mia presenza in lista. Ho dovuto scrivere quel comunicato (una lettera ai garanti Tsipras inviata ieri) per difendermi”.

Ma è stata forse la corsa in avanti della Grasso ad averne determinato di fatto la definitiva esclusione. Dice infatti Barbara Spinelli: “Mi meraviglia quello che dice, ovvero di non aver avuto comunicazione ufficiale dai garanti perché in effetti è accaduto il contrario. Abbiamo ricevuto noi comunicazione della sua rinuncia. Lo dico con chiarezza: la vicenda di Valeria mi deve desolatissima. Ma riaprire la lista che è chiusa è impossibile. Valeria è stata sostituita”.

A sostituirla in lista nel collegio Isole è un altro palermitano, Alfio Foti, braccio destro di Rita Borsellino (europarlamentare uscente) nell’associazione “Un’altra Storia”.

Altra vicenda è quella che riguarda la militante tarantina di Peacelink, Antonia Battaglia che ha deciso di rinunciare alla candidatura, stavolta nel collegio Sud, per la presenza in lista di due esponenti di Sel. Anche su questo la Spinelli interviene: “Nella lista Tsipras la percentuale di presenze di esponenti di partiti è minima. Le posso anche indicare quanti sono: su 73 candidati, Sel ha 7 di cui solo 3 iscritti al partito, Rifondazione comunista ha 5 candidati di cui sono 2 con tessere e Azione civile due, di cui solo uno veramente loro. Per questo motivo, era impossibile venire incontro alla richiesta della Battaglia che non voleva affiancarsi ad esponenti di Sel”. Il motivo di Antonia Battaglia è dichiarato: è fra le più attive militanti che hanno osteggiato la linea del governo Vendola nei confronti dell’Ilva e giudica la posizione di Sel, anche in virtù del rinvio a giudizio del governatore della Regioen Puglia, compromessa riguardo alla questione. “Avevo offerto alla Battaglia il mio posto di capolista nel collegio Centro – dice Spinelli – ma non ha accettato. Le ho scritto ed espresso il dispiacere enorme rispetto alla sua scelta ma continueremo a difendere la sua battaglia”.

Sui dissidi all’interno della lista “L’altra Europa con Tsipras” si è espressa con una nota sul suo blog anche un’altra candidata, la giornalista del Manifesto Giuliana Sgrena che conclude il suo intervento cercando di stemperare le polemiche che l’hanno opposta alla stessa Battaglia: “Nelle liste Altra Europa con Tsipras ci sono diverse posizioni, diverse sensibilità perché non proviamo a contaminare e contaminarci? Il cammino in seguito sarà più ricco”.

LEGGI ANCHE

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820