Aggiornato alle: 12:37

Corruzione, arrestato il prefetto di Benevento | In manette anche tre imprenditori

di Redazione

» Campania » Corruzione, arrestato il prefetto di Benevento | In manette anche tre imprenditori

Corruzione, arrestato il prefetto di Benevento | In manette anche tre imprenditori

| martedì 15 Aprile 2014 - 08:04
Corruzione, arrestato il prefetto di Benevento | In manette anche tre imprenditori

È stato arrestato con l’accusa di corruzione il prefetto di Benevento, Ennio Blasco. In manette anche tre imprenditori: Carmine e Carlo Buglione, originari di Nola, e il cognato dei tre Erasmo Caliendo. Indagato un terzo fratello Antonio Buglione. Gli arresti domiciliari sono scattati nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Avellino per il rilascio della certificazione antimafia nel periodo 2009-2011.

Ennio Blasco, attuale prefetto di Benevento, dal gennaio 2008 al marzo 2012 è stato prefetto di Avellino. I tre imprenditori arrestati sono attivi nel settore della vigilanza privata e sono originari del Nolano.

Gli imprenditori arrestati per i pm irpini sarebbero stati favoriti dal prefetto Blasco nell’aprire loro attività nelle zone in cui l’alto funzionario è stato trasferito negli ultimi anni, cioè Isernia, dove Blasco è stato viceprefetto, e poi Avellino e Benevento. In cambio, Blasco avrebbe avuto gioielli, viaggi e altre utilità.

Le indagini sono partite da quelle sul rapimento nel 2010 di Antonio Buglione, liberato poco dopo in circostanze che non furono mai del tutto chiarite.

Già nel settembre 2001 Blasco, all’epoca viceprefetto a Napoli, fu arrestato assieme al prefetto Giuseppe Romano e trascorse 15 giorni nel carcere di Poggioreale per un’inchiesta della Procura partenopea sul sistema delle autodemolizioni. Per quella vicenda Blasco fu però assolto.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it