Si aggravano le condizioni del tifoso ferito | È stato De Santis a sparare? Giallo sullo stub

di Stefania Brusca

» Cronaca » Si aggravano le condizioni del tifoso ferito | È stato De Santis a sparare? Giallo sullo stub

Si aggravano le condizioni del tifoso ferito | È stato De Santis a sparare? Giallo sullo stub

| martedì 06 Maggio 2014 - 12:21
Si aggravano le condizioni del tifoso ferito | È stato De Santis a sparare? Giallo sullo stub

È stato operato di urgenza nella notte Ciro Esposito, il giovane tifoso napoletano ferito a colpi di pistola prima della finale di Coppa Italia a Roma tra Napoli e Fiorentina. Le sue condizioni si sarebbero aggravate. L’intervento, fanno sapere i familiari dal Policlinico Gemelli, è durato quattro ore.

L’intervento di chirurgia addominale si è reso necessario, secondo quanto trapela, a seguito di un problema ischemico derivante dall’arresto cardiaco subito dal tifoso.

Le ultime notizie circa le sue condizioni di salute sono state riferite dalla madre Antonella Leardi “Stamattina va peggio” ha detto. Lo riporta l’edizione on-line de Il Mattino. Esposito, dice la madre, “ha avuto un altro intervento, gli è stato tagliato un pezzo di colon, insomma la situazione è ancora delicata”. “Come sto io? Sono stanca”, ha aggiunto ancora la donna, evidentemente provata.

E in una nota i difensori del giovane napoletano ferito fanno sapere che ancora non è arrivata nessuna notifica di un fermo al loro assistito. Intanto, spiegano ancora gli avvocati Angelo e Sergio Pisani, il collegio di difesa ha proceduto alla nomina di due periti, un medico legale e un esperto di balistica, a tutela di Esposito.

È parzialmente negativo lo stub, l’esame della polvere da sparo effettuato dalla polizia scientifica per capire se l’ex leader della curva giallorossa Daniele De Santis abbia effettivamente sparato alcuni colpi di pistola contro un gruppo di tifosi napoletani. Sono state rilevate sulla mano dell’indagato solo due particelle su tre, necessarie per rendere positivo il test. L’accertamento tecnico era stato disposto dal pm Antonio Di Maio e dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani.

“L’esame dello stub eseguito su Daniele De Santis è compatibile con materiale da sparo”. Questa la precisazione che arriva dalla Questura di Roma dopo l’esito negativo del guanto di paraffina. In sostanza, si sottolinea, l’esame pur negativo avrebbe evidenziato la presenza di tracce di polvere da sparo.

De Santis, al momento, resta accusato di tentato omicidio sulla base di altri elementi che saranno valutati dal gip in sede di interrogatorio di convalida.

I pm della Procura di Roma torneranno a sentire Donatella Baglivo, regista e tra i gestori del Ciak Village, la struttura dove è stata trovata la pistola utilizzata per ferire tre tifosi napoletani prima della finale di Coppa Italia. La donna nei giorni scorsi ha raccontato di essere intervenuta per soccorrere Daniele De Santis, che era stato aggredito dai napoletani dopo gli spari, e di aver trovato l’arma che ha poi gettato in un cassonetto.

È prevista per domani alle 13 nell’Aula della Camera l’informativa urgente del ministro dell’Interno Angelino Alfano sui disordini di sabato allo Stadio Olimpico di Roma.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820