Ocse, migliora la qualità della scuola Italia | Ma gli insegnanti sono troppi e la spesa cala

di Redazione

» Scuola » Ocse, migliora la qualità della scuola Italia | Ma gli insegnanti sono troppi e la spesa cala

Ocse, migliora la qualità della scuola Italia | Ma gli insegnanti sono troppi e la spesa cala

| martedì 09 Settembre 2014 - 15:13
Ocse, migliora la qualità della scuola Italia | Ma gli insegnanti sono troppi e la spesa cala

La qualità della scuola in Italia migliora: a svelarlo è il rapporto Ocse “Uno sguardo sull’Istruzione 2014”. La scuola italiana negli ultimi 16 anni ha subito però tanti tagli, pari almeno al 4%, e nonostante la buona notizia ci sono troppe cose che non vanno. A partire dal numero dei giovani inattivi: in quattro anni, dal 2008 al 2012, è passato dal 19,2% al 24,6%. Un ragazzo su tre tra i 20 e i 24 anni non a nulla non lavora e non studia perché “non serve a trovare un lavoro”.

L’altro dato significativo, in negativo è il calo del 4% della spesa pubblica. Negli ultimi 16 anni l’Italia è stata l’unica a tagliare tra i paesi europei. Ciò in parte è dovuto a un ribilanciamento della spesa verso l’università, che dal 2005 al 2011 è aumentata del 17%. La riduzione della spesa è anche effetto della riduzione del numero dei docenti, nonostante in Italia ci siano ancora troppi insegnanti rispetto alla media dei paesi Ocse.

Ci sono anche belle notizie. L’Italia è tra i paesi più avanzati sul versante dell’accesso all’istruzione preprimaria. Il 92% dei bambini italiani di 3 anni è iscritto  alla scuola dell’infanzia. Sul versante università, novità da parte delle donna. In Italia infatti cresce il numero delle donne laureate.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820